Al Policlinico Tor Vergata touchscreen al letto del paziente grazie alla Fondazione Roma

Sono stati inaugurati oggi in 8 unità di degenza del Policlinico Tor Vergata ben 153 posti letto dotati di innovativi terminali touchscreen.

I terminali a bordo letto sono uno strumento ad alta tecnologia, specifico per l’utilizzo in ambienti ospedalieri (lavabili, disinfettabili, conforme a tutti i requisiti dei dispositivi medicali anche in termini di alimentazione ed ambiente), composti da un monitor di tipo touchscreen che racchiude al suo interno un personal computer.

L’operazione è stata resa possibile grazie al generoso contributo della Fondazione Roma, da sempre attenta a iniziative per lo sviluppo di servizi alla persona che rispondano ai bisogni di socialità.

Con un impianto tecnologico e una applicazione software realizzati da una unità tecnico-informatica composta anche da personale dell’Ateneo “Tor Vergata”, i terminali rispondono infatti a due esigenze: quello di mettere a disposizione del personale sanitario in tempo reale, attraverso un supporto efficiente, i dati del paziente per l’accesso e lo scambio di informazioni (con enormi benefici in termini di efficienza e di risparmio); quello di garantire al paziente una finestra di serenità e intrattenimento, di informazione con la struttura ospedaliera, una facilitazione nelle comunicazioni.

Presenti all’inaugurazione il Rettore della Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Prof. Giuseppe Novelli, e il Direttore generale del PTV, Dott.ssa Tiziana Frittelli, e il Presidente della Fondazione Roma, Prof. Avv. Emmanuele F.M. Emanuele.

Nelle parole del Rettore, Prof. Giuseppe Novelli: «Grazie alla Fondazione Roma, quella di oggi è una soluzione che rende più efficiente, semplifica e ottimizza la gestione delle informazioni da parte dei medici, ma non solo. Con un unico strumento multimediale e in modalità sicura, essa sfrutta i benefici del web, ossia il nostro connettoma. Così come il sistema nervoso collega le nostre cellule, i nostri neuroni, così il web facilita il collegamento tra le persone, dà la possibilità a chiunque di essere sempre “connesso” con il mondo esterno e con i propri cari, anche da un letto di ospedale, salvaguardando le proprie abitudini di vita o, per esempio, gli impegni scolastici. È in sintesi la risposta alla visione paziente-centrica del Policlinico, in linea con le altre iniziative di innovazione sociale che l’Ateneo di “Tor Vergata” sta promuovendo”».

Il Direttore generale del Policlinico, dr.ssa Tiziana Frittelli, sottolinea “Per noi l’aspetto della comunicazione e il fornire un momento di libertà e svago ai pazienti sono obiettivi molto importanti per la cura, ma l’obiettivo primario rimane quello di poter perseguire un progetto ambizioso, dotare tutti i posti letto del PTV del terminale, per incamminarsi verso la digitalizzazione della cartella clinica ed una più efficiente gestione di controllo e di ottimizzazione del tempo di cura”.