Sviluppo Sostenibile Gennaio 2018

Leggi gli articoli selezionati nel mese di Gennaio 2018

La prossima legislatura deve mettere lo sviluppo sostenibile nella Costituzione

di Carlo Maria Martino

Fonte: asvis.it, 3 Gennaio

Una proposta di legge costituzionale presentata prima dello scioglimento delle Camere intende inserire nella Costituzione italiana la visione della sostenibilità, che andrebbe ad ampliare la portata dei Principi fondamentali, e a limitare e orientare l’iniziativa economica privata.

Consulta l’articolo:

http://asvis.it/home/46-2523/la-prossima-legislatura-deve-mettere-lo-sviluppo-sostenibile-nella-costituzione#.WlSoCKjiYdU

 


 

Méditerranée, histoire d’une tragédie sans fin

di Étienne Dubuis

Fonte: Le Temps, 21 Dicembre

 

Nel Mediterraneo, la rotta migratoria più pericolosa del mondo, il numero dei decessi si è ridotto sensibilmente dopo i discussi accordi tra Libia e Italia. Ma le strategie adottate dai Paesi dell’UE non risolvono il problema tutto europeo.

Vedi allegato

 


 

Inégalités une menace planétaire

di Marie Charrel, Marie de Vergès &Philippe Escande

Fonte: Le Monde, 15 Dicembre 2017

 

Un rapporto del World Wealth and Income Database sottolinea l’aumento delle disuguaglianze nel mondo dovuto alla privatizzazione della ricchezza, una tendenza che secondo gli economisti si può aggravare ma può anche essere ridotta. Il modello sociale europeo sembra resistere grazie alle politiche salariali, fiscali e educative.

Vedi allegato

 


 

Oceans suffocating as number of dead zones quadruples since 1950

di Damian Carrington

Fonte: The Guardian, 5 Gennaio

 

Il cambiamento climatico è associato al riscaldamento delle acque e a una deficienza di ossigeno negli oceani, con effetti retroattivi sull’atmosfera e gli ecosistemi, le cui estinzioni di massa riguardano centinaia di milioni di persone che vivono soprattutto sulle coste e nei Paesi poveri.

Vedi allegato

 


 

Big Data for Sustainable Development

Fonte: http://www.un.org

I big data producono informazione approfondita sul benessere e i comportamenti delle persone, e portano rischi e opportunità. La guida generale delle Nazioni Unite sul loro uso, perchè sia etico e ispirato ai diritti umani, intende mobilitare la rivoluzione dei dati per lo sviluppo sostenibile.

Consulta l’articolo:

http://www.un.org/en/sections/issues-depth/big-data-sustainable-development/index.html

Allegati