Ricerca, Scienza e Conoscenza Ottobre 2017

Leggi gli articoli selezionati nel mese di Ottobre 2017

New Skills Agenda for Europe

Fonte: http://ec.europa.eu/

The New Skills Agenda for Europe mira a una formazione professionale di qualità per tutti i cittadini europei, come anche alla spendibilità  delle competenze acquisite attraverso  una migliore comprensione dei titoli e la creazione di strumenti di informazione per le scelte di carriera e professionali.

Vedi allegato

 


 

 

Why innovation becomes imperative in education

di Dirk Van Damme

Fonte: http://www.oecd.org, 4 Ottobre

L’innovazione non riguarda solo le tecnologie ma anche i mutamenti sociali. Una educazione aperta alla rivoluzione della digitalizzazione e dell’intelligenza artificiale richiede una scuola connessa con il mondo esterno del business e delle comunità locali e leader del cambiamento.

Consulta l’articolo:

http://oecdeducationtoday.blogspot.it/2017/10/why-innovation-becomes-imperative-in.html

 


 

OECD Skills Strategy Diagnostic Report Italy 2017

Fonte: http://www.oecd.org/, 5 Ottobre

 

Questo report ritrae l’Italia in un faticoso avanzamento verso un’economia e una società basate sul possesso di competenze rilevanti, offrendo una serie di raccomandazioni per il raggiungimento degli obiettivi stabiliti dalle ambiziose riforme dell’istruzione e del lavoro messe in campo negli ultimi anni.

Vedi allegato

 


 

Reproductibilité en crise

Fonte: Le Monde, 4 Ottobre

Una scienza affidabile, su cui fondare delle decisioni razionali deve offrire al pubblico la possibilità di replicare e confermare i suoi risultati. La crisi della riproducibilità non significa che il sistema scientifico non possa essere migliorato attraverso più rigore e trasparenza.

Vedi allegato

 


 

Pioneer of “nudge” science and explorer of irrational decisions earns economics Nobel

di Adrian Cho

Fonte: Science, 9 Ottobre

Con poca matematica e uno stile limpido Richard Thaler ha sviluppato un modello che spiega la contraddizione apparente nel comportamento dell’agente economico sulla base di nozioni prese a prestito dalla psicologia e le neuroscienze e che hanno cambiato il volto dell’economia politica.

Consulta l’articolo:

http://www.sciencemag.org/news/2017/10/pioneer-nudge-science-and-explorer-irrational-decisions-earns-economics-nobel


 

 

A female Nobel winner: the enduring inspiration of the rarest of scientists

di Erika Mancini

Fonte: Times Higher Education, 29 Settembre

Anche se sempre più donne oggi scelgono una carriera scientifica, le scienziate non hanno la stessa posizione sociale dei colleghi maschi e non sono pienamente riconosciute nei risultati che ottengono. I rari Premi Nobel femminili dovrebbero ispirare le giovani generazioni.

 Vedi allegato

 


 

 

Internationalisation of HE needs to be replaced

di Fay Patel

Fonte: http://www.universityworldnews.com, 29 Settembre

L’internazionalizzazione dell’istruzione universitaria è un paradigma occidentale basato sull’egemonia della conoscenza del Primo Mondo. Il principio del “glocale”, adottato dall’Agenda 2030, significa la costruzione inclusiva e ambiziosa di forme di sapere che comprendono altre visioni del mondo.

Consulta l’articolo:

http://www.universityworldnews.com/article.php?story=20170927101224475[RC1] 

 


 

Timing is everything: U.S. trio earns Nobel for work on the body’s biological clock

di Gretchen Vogel & Erik Stokstad

Fonte: Science, 2 Ottobre

Tre scienziati statunitensi hanno vinto il Nobel in Fisiologia o Medicina per la ricerca sui geni che influenzano i ritmi circadiani determinando l’attività della maggior parte degli altri geni degli organismi. La dimostrazione dell’importanza fondamentale dell’orologio biologico ha aperto un intero campo di ricerca.

Consulta l’articolo:

http://www.sciencemag.org/news/2017/10/timing-everything-us-trio-earns-nobel-work-body-s-biological-clock

 


 

Le prix Nobel, science inexacte

di Nathaniel Herzberg

Fonte: Le Monde, 3 Ottobre

 

Anche i Nobel a volte sbagliano, ma la scienza va avanti. Le controversie suscitate dall’assegnazione dei premi dimostrano non solo l’esistenza di un sistema di potere, ma anche che la ricerca non è un cammino progressivo e lineare, e a volte si stacca dall’esperienza.

Vedi allegato

 


 

How do schools compensate for socio-economic disadvantage?

Fonte: http://www.oecd.org

Un ambiente favorevole alla didattica e delle risorse effettive sono correlati a una migliore performance degli studenti, contribuendo ad abbattere le disuguaglianze sociali. Lo stanziamento di fondi per le scuole svantaggiate migliora il rendimento generale nelle scienze, ma anche il supporto degli insegnanti conta.

Vedi allegato

 


 

 [RC1]

Universities are ready to contribute to the Future of Europe

Fonte: http://www.eua.be/

Nelle economie della conoscenza, il ruolo delle università e la loro missione di fare ricerca, educazione e innovazione riveste un ruolo centrale: orientano i cittadini nel mercato del lavoro in rapido cambiamento e allo stesso tempo promuovono i valori civili e il progetto europeo.

Vedi allegato

 


 

Publier. La course à l’abîme

di Pascaline Minet & David Larousserie

Fonte: Le Monde, 27 Settembre

 

Il sistema editoriale delle pubblicazioni scientifiche basato sulla vendita degli abbonamenti è costoso e restrittivo per quanto riguarda l’accesso alla conoscenza. Ma il monopolio dei grandi editori sta venendo meno con l’affermarsi di modelli alternativi di libero accesso.

Vedi allegato


 

UK science seeks “a new relationship with EU”

di Meredith Wadman & Adrian Cho

Fonte: Science, 20 Settembre

 

Dopo Brexit, il governo britannico non intende solo continuare la partecipazione ai programmi di ricerca europei, ma dichiara di voler fare della Gran Bretagna un posto attraente per i ricercatori di tutto il mondo, proteggendo la scienza dagli effetti di Brexit con un finanziamento extra.

Vedi allegato

 


 

Faculty promotion must assess reproducibility

di Jeffrey Flier

Fonte: Nature, 12 Settembre

Per rendere la scienza più affidabile è importante guardare al modo in cui vengono assunti e promossi i candidati presso le istituzioni universitarie. Non basta valutare come sarebbe un campo di ricerca senza il contributo di un ricercatore, ma conta anche la riproducibilità del suo lavoro e la sua capacità di autocritica.

 Consulta l’articolo:

https://www.nature.com/news/faculty-promotion-must-assess-reproducibility-1.22596

 


 

State of the Union: Ambitions need to be backed by boosting research and education

Fonte: http://www.eua.be/, 21 Settembre

Un’Europa leader nell’innovazione richiede investimenti ambiziosi nella ricerca e nell’istruzione. I programmi quadro europei sono il supporto della cooperazione continentale nell’università e nella ricerca, finanziando progetti che altrimenti non verrebbero sviluppati e sostenendo la competitività europea a lungo termine.

Vedi allegato

 

Allegati