Cultura e Società Settembre 2018

Leggi gli articoli selezionati nel mese di Settembre 2018

The great displacement

Fonte: The Guardian Weekly, 14 Settembre

Nel mondo almeno 66 milioni di persone sono sfollati, a prescindere dallo status legale di rifugiato. L’ostilità politica e pubblica manifestata nei Paesi occidentali di fronte a questa realtà ha finito per alimentare il traffico di esseri umani. L’Onu si sta mobilitando per una strategia coordinata sulle migrazioni.

Vedi allegato

 


 

Wim Wenders donne des ailes au pape François

di Jean-Marie Guénois

Fonte: Le Figaro, 12 Settembre

In un documentario realizzato per il Vaticano sulla figura di Papa Francesco, Wim Wenders si cimenta nel genere agiografico, e pur centrando perfettamente l’obiettivo di una operazione di comunicazione, non rinuncia al suo stile, che dà alle immagini altrettanto peso delle parole.

Vedi allegato

 


 

A manifesto for renewing liberalism

Fonte: The Economist, 13 Settembre

Il liberalismo classico è stato un fattore decisivo del progresso, della democrazia e della ricchezza. Il declino delle democrazie liberali obbliga la classe dirigente a ripensare la propria chiusa e compiacente meritocrazia, e a riscoprire il significato radicale dell’idea liberale.

Consulta l’articolo:

https://www.economist.com/leaders/2018/09/13/a-manifesto-for-renewing-liberalism

 


 

The catastrophe if another global financial crisis strikes

Fonte: The Economist, 12 Settembre

Le misure protezionistiche possono determinare a medio e lungo termine un quadro di recessione. La cooperazione internazionale è indispensabile alla sicurezza e prosperità dei mercati, alla stabilità geo-politica e alla conoscenza. Senza, il mondo rischia di non sopravvivere a un’altra crisi finanziaria.

Consulta l’articolo:

https://www.economist.com/open-future/2018/09/12/the-catastrophe-if-another-global-financial-crisis-strikes

 


 

Luigi Cavalli Sforza, el genetista che desmontó el racismo

di Luca Tancredi Barone

Fonte: El País, 4 Settembre

E’ scomparso lo scienziato allievo di Giuseppe Levi che molto prima della scrittura della sequenza del genoma umano dimostrò sul piano genetico e statistico che proveniamo tutti dall’Africa, e che la razza è un concetto culturale, più forte delle reali differenze biologiche.

Vedi allegato

 


 

Also Eurer Liebe ganz unwürdig

di Hannes Schwenger

Fonte: Der Tagesspiegel, 6 Settembre

Un epistolario di Ludwig Wittgenstein introdotto e coedito da Brian Mc Guinness pubblica per la prima volta in edizione completa le lettere alla famiglia, molte inedite, mettendo provvisoriamente da parte le leggende e mistificazioni che sono state prodotte sulla personalità dell’autore.

Vedi allegato

 


 

Stefan Zweig

di Dominique Bona

Fonte: Le Figaro, 6 Settembre

Una raccolta di articoli di Stefan Zweig, scritti sulla “Neue Freie Presse” tra agosto 1914 e ottobre 1918 mostrano la presa di coscienza dell’autore di Il mondo di ieri del suo pacifismo come una conquista sofferta nella catastrofe mondiale, piuttosto che come una caratteristica originaria del suo umanesimo.

Vedi allegato

 


 

La guerre que les Belges ont déclaré

di Marie Piquemal & Thibaut Sardier

Fonte: Libération, 4 Settembre

In Belgio è stato proposta la “abolizione” della complicata regola della lingua francese sull’accordo del participio passato dopo l’ausiliario avere, facendo nascere una quérelle tra coloro che vedono nella lingua una possibile fonte di discriminazione e coloro che non rinuncerebbero mai alla propria identità culturale.

Vedi allegato

 

 

Allegati