Enrico Spera ci ha improvvisamente lasciati

Ancora colpito dall'inaspettata notizia, partecipo con dolore all'intera Comunità Accademica l'improvvisa scomparsa del prof. Enrico Spera, Amico e Collega a tutti noto per la sua umanità', per la sua sempre aperta e positiva disponibilità nei confronti di tutti, nella Facoltà di Medicina, nel nostro Policlinico e nell'intera Università degli Studi di Roma "Tor Vergata".

Enrico Spera non sarà più con noi materialmente, eppure sentiamo la sua presenza in ogni attimo della nostra vita, perché era un Collega buono. Non riesco a trovare altre definizioni di questo nostro Amico. Sempre disponibile ad intervenire, ad aiutare tutti nel suo lavoro di andrologo-urologo-chirurgo. A qualunque ora del giorno e della notte lo chiamavi, accorreva subito con la sua calma, la sua serenità, la sua disponibilità.

Enrico mancherà a tutti noi, ma ancora di più alla sua Famiglia e alla moglie Sissi colpita da una ferita molto profonda e difficilmente guaribile.

Ma Ernest Hemingway ha detto una volta: “Il mondo spezza tutti e poi molti sono forti proprio nei punti spezzati”.

Ciao Enrico

Giuseppe Novelli
Rettore