Ricerca, Scienza e Conoscenza Giugno 2017

Leggi gli articoli selezionati nel mese di Giugno 2017

Modernisation of Higher Education in Europe: Academic Staff-2017

Fonte: http://www.eua.be/, 15 Giugno

Questo report della CE attraversa il panorama dell’istruzione universitaria, che vive il cambiamento dovuto alla crescente domanda sociale e al passaggio dal controllo statale centralizzato a nuove forme di modelli di finanziamento e sistemi di garanzia della qualità, evidenziando la necessità di una maggiore autonomia istituzionale.

Vedi allegato

 


 

Who makes it into Pisa?

di Nicholas Spaull

Fonte: http://www.oecd.org, 19 Giugno

La classificazione di un Paese secondo i PISA deve tener conto insieme ai punteggi dei test, anche del miglioramento nell’accesso all’istruzione e dei più bassi tassi di abbandono scolastico nei ceti più svantaggiati, dato che gli studenti avvantaggiati tendono a realizzare migliori prestazioni in matematica e lettura.

Consulta l’articolo:

http://oecdeducationtoday.blogspot.it/2017/06/who-makes-it-into-pisa.html


 

Secrets to the success of the world’s fastest-rising university

di Ellie Bothwell

Fonte: Times Higher Education, 17 Giugno

Il segreto del successo dell’università di Singapore NTU, balzata avanti di 120 posti nel giro di 5 anni nei rankings mondiali di THE, è stato un nuovo sistema di reclutamento dei docenti che punta sul rafforzamento della ricerca. I discorsi dell’Europa su università e ricerca a Singapore sono una realtà. 

Vedi allegato

 


 

Supporting Europe’s Societies: Research and Innovation for the Ninth Framework Programme

Fonte: Time Higher Education, 20 Giugno

 L’associazione delle università europee di ricerca intensiva chiede un aumento a 130 miliardi di euro del budget per la ricerca e l’innovazione nel prossimo Programma Quadro (FP9). E’ necessario sostenere l’eccellenza e favorire al massimo la circolazione delle idee, indirizzando l’impatto sociale e educativo della scienza.

Vedi allegato

 


 

European universities call for research funding boost

di Holly Else

Fonte: Times Higher Education, 20 Giugno

Le università europee chiedono alla Commissione europea un aumento cospicuo di finanziamenti rispetto all’attuale Horizon 2020 per il prossimo Framework Programme, e di accantonare una percentuale fissa dei fondi strutturali come parte della crescita e  dello sviluppo.

Vedi allegato


 

 

Ethics and open science in mix for researcher development rethink

di Holly Else

Fonte: Times Higher Education, 12 Giugno

 

 

La Carta europea per la ricerca e il Codice di condotta per il reclutamento dei ricercatori, emanati nel 2005 dalla CE, sono in corso di revisione. Integrità intellettuale, open science ed etica saranno i principi guida dello sviluppo delle carriere accademiche, valutabili sulla base dell’impatto sociale della ricerca.

Vedi allegato

 


 

University Autonomy in Europe III

di Enora Bennetot Pruvot & Thomas Estermann

Fonte: http://www.eua.be, 1 Giugno

 

Questo report classifica la performance di autonomia dei diversi sistemi di istruzione pubblica, rapportati a quattro dimensioni fondamentali, nella consapevolezza dei differenti contesti giuridici e culturali, prestando dati utili alle istituzioni e agli operatori politici nelle riforme di modernizzazione dell’istruzione universitaria europea.

Vedi allegato

 


 

Re-booting government as a bridge to the digital age

di Andy Wyckoff

Fonte: http://www.oecd.org/,

La digitalizzazione cambia il modo in cui cerchiamo di ottenere i nostri obiettivi. La sua natura multidisciplinare confronta i Governi con la necessità di politiche migliori. La sfida della rivoluzione digitale non riguarda tanto una politica tecnologica quanto una politica distributiva, per non tagliare fuori nessuno.

Consulta l’articolo:

http://www.oecd.org/science/re-booting-government-as-a-bridge-to-the-digital-age.htm

 


 

Towards Knowledge Societies

Fonte: http://unesdoc.unesco.org

 

La società della conoscenza connette le varie forme di sapere in un bene pubblico accessibile a tutti, promuovendo un nuovo modello di crescita e di sviluppo umano. La conoscenza non è una merce ordinaria, e gioca un ruolo importante in una società che resta marcata dalla predominanza del linguaggio scientifico e tecnologico.

Vedi allegato

 


 

The continued rise of East Asia and the Pacific in higher education

di Angel Calderon

Fonte: University World News, 9 Giugno

I QS University Rankings 2017 mostrano principalmente la competizione tra Nord America e Europa occidentale contro l’Asia. Mentre gli USA continuano a dominare la classifica, le università asiatiche sfidano la posizione delle prominenti istituzioni occidentali.

Consulta l’articolo:

http://www.universityworldnews.com/article.php?story=20170609071914127


 

 

What are the hot research areas that might spark the next bing bang?

di Holly Else, Chris Hatherill & David Matthews

Fonte: Times Higher Education, 25 Maggio

I temi più importanti della scienza contemporanea non corrispondono ai titoli dei giornali. Un fronte di ricerca nasce quando una letteratura scientifica definisce un problema, e l’alto numero di citazioni rivela un campo di studio emergente.

Vedi allegato

 


 

Time for a quantum leap in EU research funding-an editorial from EUA President Rolf Tarrach

Fonte: http://www.eua.be, 2 Giugno

Anche se le università generano il sapere che dà forma alla nostra vita quotidiana, motore dello sviluppo sostenibile e della ripresa economica, il sistema europeo di finanziamento alla ricerca denuncia ancora delle inefficienze e richiede un salto di qualità.

Consulta l’articolo:

http://www.eua.be/activities-services/news/newsitem/2017/06/02/time-for-a-quantum-leap-in-eu-research-funding---an-editorial-from-eua-president-rolf-tarrach

 


 

Business brief: empowering the next generation of scientists to change the world

Fonte: http://www.oecd.org

 

La didattica tecnologica è utile per ripensare le convenzioni educative attraverso esperienze motivanti e supportive. Ambienti di virtual learning democratizzano l’apprendimento aiutando gli studenti a basso rendimento e aumentano le opportunità degli individui diffondendo l’istruzione nel mondo.

Consulta l’articolo:

http://www.oecd.org/science/business-brief-empowering-the-next-generation-of-scientists.htm

 


 

There’s no such thing as a “pure” European –or anyone else

di Ann Gibbons

Fonte: Science, 15 Maggio

 

Nuovi metodi di analisi del DNA e gli isotopi trovati nelle ossa e nei denti di resti umani dimostrano che siamo tutti il risultato di migrazioni e mescolamenti relativamente recenti. Gli umani sembrano essere stati sempre attratti dagli stranieri e la purezza etnica è un mito persino per molti gruppi indigeni.

Vedi l’allegato

 


 

Romania’s science reforms prompt boycott

di Inga Vester

Fonte: Nature, 6 Giugno

 

I ricercatori rumeni stanno boicottando le riforme del governo che sottopongono la scienza al controllo dello Stato e all’influenza politica nella concessione dei finanziamenti, ritirando i comitati di controllo composti da scienziati internazionali e isolando la ricerca dal consesso europeo e internazionale.

Vedi l’allegato

 


 

 

Jacques Biot: “We must prepare our students for the fourth industrial revolution”

di Jacques Biot

Fonte: Times Higher Education, 27 Maggio

 

 

Per affrontare le emergenze della nostra epoca il mondo ha bisogno della ricerca fondamentale applicata su scala tecnologica e industriale. Le università devono preparare la quarta rivoluzione industriale con un lavoro interdisciplinare e strutture dedicate, perché per nessuna sfida oggi basta una sola tecnica.

Vedi allegato

 


 

Ambitious funding for excellent research in Europe post-2020

Fonte: http://www.eua.be

Ora che l’identità politica dell’Europa è messa in discussione, le istituzioni devono coinvolgere i cittadini in un progetto basato sulla conoscenza e finalizzato all’avanzamento della società in tutti i campi. Il ruolo delle università nell’innovazione e nella salvaguardia dei nostri valori è fondamentale.

Consulta l’articolo:

http://www.eua.be/Libraries/publications-homepage-list/ambitious-funding-needed-to-back-excellent-research-ideas-in-europe-post-2020

 


 

How mayors see the relationship between town and gown

di Nicola Jenvey

Fonte: University World News, 26 Maggio

Le università e le città sono realtà interconnesse da secoli. Nell’era digitale e della connessione globale, le università hanno nuovi ruoli e responsabilità, sono coinvolte nelle sfide della urbanizzazione mondiale, che richiedono un approccio olistico e un’ attenzione ai bisogni delle aree rurali e periferiche.

Consulta l’articolo:

http://www.universityworldnews.com/article.php?story=20170525184023264


 

 

 Knowing and actively debating why, the heart of every policy

di Rien Rouw

Fonte: http://www.oecd.org/, 17 Maggio

Come le imprese, anche i servizi pubblici e l’istruzione raggiungono i loro obiettivi ruotando l’organizzazione e la comunicazione intorno alla loro ragion d’essere. Questo è il segreto del successo delle riforme, quando riescono a coinvolgere le pratiche locali e a promuovere la collaborazione di tutte le parti.

Consulta l’articolo:

http://oecdeducationtoday.blogspot.it/2017/05/knowing-and-actively-debating-why-heart.html

Allegati