Ricerca, Scienza e Conoscenza Agosto 2017

Leggi gli articoli selezionati nel mese di Agosto 2017

Digital literacy will probably be the only kind of literacy there is.

di Marilyn Achiron

Fonte: http://www.oecd.org/ 27 Luglio

Viviamo in un’epoca in cui il valore della verità è tramontato. Internet è il grande testo che noi adoperiamo per conoscere il mondo. L’anonimato e la distanza fisica di chi scrive online permette di mentire con più leggerezza. I bambini devono imparare precocemente come leggere Internet.

Consulta l’articolo:

https://oecdeducationtoday.blogspot.it/2017/07/digital-literacy-will-probably-be-only.html

 


 

Study finds European resistance to teaching in English

di David Matthews

Fonte: Times Higher Education, 29 Luglio

Le università europee vivono un dilemma linguistico. Mentre i corsi sono tenuti in inglese per attirare studenti internazionali e per salire nei rankings, in Germania alcuni temono un declino nella dottrina in lingua tedesca, rivendicando l’importanza della lingua madre nell’assimilazione del discorso accademico.

Vedi allegato

 


 

Don’t run biomedical science as a business

di Michele Pagano

Fonte: Nature, 25 Luglio

Un finanziamento adeguato aiuta la scienza, ma la “businessizzazione” della scienza non supporta l’eccellenza e favorisce un approccio quantitativo. Finalizzare il proprio lavoro ai criteri di eligibilità per una borsa di studio mina quella libertà di ricerca che porta a progressi a volte inaspettati nella scienza.

Consulta l’articolo:

http://www.nature.com/news/don-t-run-biomedical-science-as-a-business-1.22366


 

 

Un GPS qui cible le cancer testé en Suisse

di Florence Rosier

Fonte: Le Temps, 27 Luglio

Il Premio Nobel per la Medicina Françoise Barré-Sinoussi parla delle convergenze inedite tra la ricerca sull’AIDS e sul cancro, e denuncia la povertà della conoscenze teoriche attuali in vaccinologia, che la ricerca senza fine di un vaccino contro l’HIV rende evidente.

Vedi allegato

 


 

Government cuts 40% of state-funded university places

di Eugene Vorotnikov

Fonte: http://www.universityworldnews.com, 13 Luglio

 

In Russia 500 scienziati saranno licenziati dalle università statali agli inizi del 2018 e il numero di studenti universitari scenderà sotto la percentuale di 120 studenti ogni 10.000 abitanti, dopo i tagli del governo all’istruzione universitaria dovuti alla crisi finanziaria e alle sanzioni occidentali.

Consulta l’articolo:

http://www.universityworldnews.com/article.php?story=20170713090747748

Allegati