Cultura e Società Settembre 2017

Leggi gli articoli selezionati nel mese di Settembre 2017

A multi-religious consensus on the ethichs of sustainable development: reflections of the Ethics in Action initiative

di Annett, J. Sachs, M. Sanchez Sorondo & W. Vendley

Fonte: http://www.asvis.it/

 

Questa iniziativa propone una serie di misure pratiche che traducono l’imperativo etico, condiviso dalle religioni del mondo, di aiutare il prossimo, in un effettivo trasferimento di risorse dai ricchi ai poveri, per cambiare il paradigma economico dominante secondo una visione del bene comune allineata con l’Agenda 2030.

Vedi allegato

 


 

Eine Welt ohne Mitte und Mass

di Jürgen Müller

Fonte: http://www.faz.net, 21 Settembre

L’esposizione al Museo Albertina di Vienna delle opere di Pieter Bruegel mostra l’importanza dell’artista fiammingo nel panorama europeo attraversato dallo spirito della Riforma, dell’Inquisizione e del Classicismo umanista e la modernità della sua rappresentazione del rapporto dell’arte con i clienti.

Consulta l’articolo:

http://www.faz.net/aktuell/feuilleton/kunst/brueghels-zeichnungen-in-wien-eine-welt-ohne-mitte-und-mass-15208059.html

 


 

The decade that never ended

di Andy Martin

Fonte: The Independent, 16 Settembre

Al di là dei luoghi comuni, gli anni ’60 hanno prodotto una trasformazione culturale che attraverso la critica dell’antropocentrismo umanista, il pensiero della differenza, l’edonismo trascendentale ha dipinto un capitalismo più etico e creativo.

Vedi allegato

 


 

Et tu, Bronte

Fonte: The Independent, 18 Settembre

Quest’anno è il bicentenario della nascita di Branwell Brontë,  il pittore e poeta, fratello delle più famose sorelle Brontë, l’occasione per conoscere questa figura di sfondo del loro mondo narrativo, la pecora nera che esercitò un’influenza importante sulla loro scrittura creativa e sul loro pensiero.

Vedi allegato

 


 

The lessons of “Keep the Aspidistra Flying” for Millennials

Fonte: The Economist, 22 Agosto

Un romanzo meno conosciuto di Orwell del 1936 racconta la generazione cresciuta  negli anni ’30, che condivide con i Millennials la disponibilità ad accettare lavori sotto-qualificati, e a lavorare di più per guadagnare meno. Una “mentalità da Grande Depressione” che spiega il finale conformista apparentemente tranquillo.

Vedi allegato

 


 

UN chief calls for action on Myanmar and DPR Korea; launches reform initiatives

Fonte: http://www.un.org/, 13 Settembre

 

 

 

Il Segretario Generale dell’Onu António Guterres ha invitato le autorità birmane a riconoscere ai musulmani Rohingya uno status legale, ricordando alla comunità internazionale le 380.000 persone sfollate nel Bangladesh in seguito alle operazioni  definite dall'Onu come atto di pulizia etnica.

Consulta l’articolo:

http://www.un.org/apps/news/story.asp?NewsID=57511#.WbpURchJYdV

 


 

Slavery is happening in plain sight. We need to open our eyes

Fonte: The Independent, 13 Settembre

La schiavitù è un fenomeno reale e visibile, per quanto rimosso dalla nostra società. Eppure per combatterlo è necessaria la collaborazione attiva dei cittadini, insieme a una legislazione specifica per questo crimine, che colpisce i più vulnerabili e bisognosi, non necessariamente stranieri.

Vedi allegato

 


 

Die grosse Belohnung des Lebens

di Leander Steinkopf

Fonte: http://www.faz.net, 14 Settembre

Secondo gli esperti dell’International Society for Evolutionary Medicine and Public Health riunitisi a Groningen, la teoria dell’evoluzione, trascurata dall’approccio pragmatico della medicina, offre una più profonda comprensione, e quindi una chiave per il trattamento e la prevenzione delle malattie.

Consulta l’articolo:

http://www.faz.net/aktuell/wissen/forschung-politik-1/die-rolle-der-evolution-fuer-die-medizin-15194021-p2.html

 


 

 

AI WeiWei: “ Le cinéma, cet instrument”

di Jacques Mandelbaum

Fonte: Le Monde, 3 Settembre

Il documentario “Human Flow” di Ai Weiwei, presentato al festival di Venezia, segna il passaggio dalla pittura al cinema dell’artista cinese, che sulla questione dei migranti ha avvertito la necessità di un medium capace di testimoniare la realtà delle cose.

Vedi allegato

 


 

Luther, der Medienrevolutionär

di Theodor Kissel

Fonte: Die Zeit, 6 Settembre

 

L’invenzione della stampa rese possibile la rivoluzione protestante, creando le condizioni per un rapporto diretto del lettore con la scrittura, non più mediato dall’autorità. Con il libro stampato nasce la letteratura di massa, e la scrittura si emancipa dai testi sacri.

Vedi allegato

 


 

Giuseppe Tomasi di Lampedusa, le dernier Guépard, au milieu des hyènes

di Jacques de Saint Victor

Fonte: Le Figaro, 5 Agosto

 

Immerso nel periodo dell’unificazione garibaldina, il Gattopardo con il suo scetticismo non compreso nei confronti della rivoluzione anticipa i tempi nella critica alla borghesia italiana dei suoi giorni e nella messa in dubbio di ogni etichetta di progresso e di modernità.

Vedi allegato

 


 

Pop music is rejecting the piano. Why?

Fonte: The Economist, 26 Agosto

 

Considerato un tempo come complemento perfetto del canto, parte di un contesto sociale tramontato, il piano segue l’evoluzione verso il digitale e appare oggi nella versione portabile ed economica della tastiera. Ciononostante, il pianoforte acustico ha ancora un posto nella musica pop.

Vedi allegato 

Allegati