Cultura e Società Maggio 2017

Leggi gli articoli selezionati nel mese di Maggio 2017

Putting the movement of people at the heart of British history

Fonte: The Economist, 16 Maggio

 

A Londra, il primo museo britannico dedicato alle migrazioni vuole essere un luogo in cui guardare la più attuale questione politica nella sua profondità storica, considerando il carattere nazionale di un popolo come il risultato di antichi incroci etnici. Le paure che circondano lo straniero hanno corsi e ricorsi.

Consulta l’articolo:

http://www.economist.com/blogs/prospero/2017/05/e-pluribus-britannia

 


 

Fans de.. à vos claviers d’ordinateur

di Catherine Rollot

Fonte: Le Monde, 21 Maggio

In Internet circolano più di 750.000 storie che si appropriano, continuano e danno nuova vita a successi popolari e classici di finzione non solo letteraria. Gli autori non professionisti  interagiscono con la comunità della rete desacralizzando la creazione letteraria e il rapporto tra scrittore e lettore.

Vedi allegato

 


 

Adaptations au cinéma: “Moteur”

di Audrey Levy

Fonte: Le Monde, 25 Maggio

A Cannes sono stati presentati dodici film adattati da testi letterari. Si tratta di un mercato peculiare, che mentre esalta il valore nazionale di un’opera, ne assicura con l’uscita del film il riconoscimento internazionale e la traduzione in molte lingue. Ma non sempre una bella storia garantisce il successo commerciale.

Vedi allegato

 


 

La Palme de la controverse pour Netflix

di Alexandre Piquard

Fonte: Le Monde, 21 Maggio

Nella polemica suscitata dalla decisione di Netflix di offrire subito on line i due film prodotti e presentati al Festival di Cannes  emerge la realtà del cambiamento tecnologico del dispositivo della visione e la questione del suo significato per il cinema inteso come un’arte e non solo come prodotto di consumo.

 

Vedi allegato

 


 

Time of Remembrance and Reconciliation for those who lost their lives during the Second World War, 8-9 May

Fonte: http://www.un.org

Queste giornate internazionali sono state l’occasione per gli Stati Membri dell’Onu di riflettere sull’importanza di affrontare sempre le sfide e le minacce alla pace e alla sicurezza internazionale con il dialogo, ricordando che le Nazioni Unite sono nate dalle ceneri della Seconda guerra mondiale.

Consulta l’articolo:

http://www.un.org/en/events/remembranceday/resources.shtml

 


 

SDG Watch Europe recommendations for Council conclusions on the EC Communication: next steps for sustainable European future

Fonte: http://www.asvis.it, 5 Maggio

 Dopo un anno e mezzo dall’adozione dell’Agenda 2030 da parte degli Stati membri dell’Onu, è giunto il momento per le istituzioni europee di delineare un programma di azioni concrete per sopperire ai fallimenti politici sul terreno della povertà e delle ineguaglianze, e per colmare la perdita di fiducia nelle istituzioni europee.

Consulta l’articolo:

https://www.sdgwatcheurope.org/single-post/2017/04/24/SDG-Watch-Europe-Recommendations-for-Council-Conclusions-on-the-EC-Communication-Next-Steps-for-Sustainable-European-Future

 


 

Thirsting for justice

Fonte: http://www.righttowater.info, 22 Marzo

Un recente rapporto sui Rom in Europa sottolinea come la negazione del diritto umano all’acqua e ai servizi sanitari riflette le discriminazioni più profonde contro gli svantaggiati e gli esclusi. La mancanza  di acqua potabile e di servizi igienici è da considerarsi un trattamento inumano e degradante.

Consulta l’articolo:

http://www.errc.org/cms/upload/file/thirsting-for-justice-march-2017.pdf?utm_medium=email&utm_campaign=Thirsting+for+Justice%3A+New+Report+Reveals+...&utm_source=YMLP&utm_term=...

 


 

Food waste is the world’s dumbest environmental problem

di Andy Murdock

Fonte: https://www.vox.com, 9 Maggio

 Non si può parlare di fame nel mondo, come anche di cambiamento climatico, senza affrontare il problema dello spreco di cibo. Questo produce il 7% dei gas serra. Secondo una analisi della Fao, lo spreco globale, messo insieme, potrebbe formare la seconda potenza sul Pianeta.

Consulta l’articolo:

https://www.vox.com/videos/2017/5/9/15594598/food-waste-dumbest-environmental

 


 

 

EU- Kommission sagt Eurozone bessere Entwicklung voraus

Fonte: Frankfurter Allgemeine, 11 Maggio

Secondo la Commissione europea il 2017 e il 2018 vedranno una crescita dell’Eurozona, con un aumento del PIL fino all’1,8 per cento. Si prevede un miglioramento delle esportazioni e degli investimenti, nonostante i rischi legati alla politica economica americana e a Brexit.

Consulta l’articolo:

http://www.faz.net/aktuell/wirtschaft/konjunktur/wachstumsprognose-eu-kommission-sagt-eurozone-bessere-entwicklung-voraus-15010400/viel-betrieb-im-hamburger-15010437.html

 


 

Les saints de glace: qui sont-ils vraiment?

di Marie-Aude Bonniel

Fonte: Le Figaro, 10 Maggio

 

L’11, il 12 e il 13 Maggio sono i giorni di San Mamerto, San Pancrazio e San Servazio, designati dalla tradizione popolare come i santi del ghiaccio, per spiegare le freddure improvvise e tardive di questo periodo dell’anno. San Pancrazio è stato il primo cristiano che ha subito la decollazione.

Consulta l’articolo:

http://www.lefigaro.fr/histoire/archives/2017/05/10/26010-20170510ARTFIG00309-les-saints-de-glace-qui-sont-ils-vraiment.php

 


 

Tout sur “Guernica”

di Michel Lefebvre

Fonte: Le Monde, 5 Maggio

 

A Madrid una mostra dedicata interamente a Guernica, costituisce un documento storico importante sulla pittura di Picasso e le avanguardie storiche, nel momento in cui il fascismo e la barbarie chiedevano un ritorno al realismo, che risulta in quest’opera universale di una verità atroce e senza pedagogia.

Vedi allegato

 


 

Thinking fast, and faster

di Andy Beckett

Fonte: The Guardian, 11 Maggio

 

Il mondo che si sta profilando e che va verso la fusione del digitale e dell’umano sembra un prodotto della fantascienza che negli anni ‘60 aveva immaginato una società resa evoluta e trasformata dalla tecnologia. La velocità nella trasformazione è diventata la dimensione della contemporaneità, che si voglia o no.

Vedi allegato

 


 

Les Afriques à l’honneur

di Philippe Dagen

Fonte: Le Monde, 29 Aprile

 

Presso la Fondation Louis Vuitton, due esposizioni sull’arte africana contemporanea confermano il riconoscimento nel mondo della cultura e da parte delle istituzioni pubbliche dell’arte africana contemporanea,  non più considerata come un  sottoprodotto di colore.

Vedi allegato

 


 

Jean Renoir, le patron du cinéma français

di Daniel Psenny

Fonte: Le Monde, 29 Aprile

 

Il canale televisivo Arte propone  un ciclo di film restaurati di Jean Renoir, e dei rari pezzi d’archivio televisivi che formano un  ritratto inedito di questo grande regista, figlio di un grande pittore, che considerava il cinema un gioco e la sua funzione di “aprire le finestre”.

Vedi allegato

 


 

Why humans must not give up the quest for Mars

di Nicky Jenner

Fonte: The Guardian, 1 Maggio

 

Anche se le missioni su Marte sono costosissime e potrebbero esservi corpi celesti più interessanti da esplorare, il pianeta rosso ha ispirato per secoli la nostra cultura e fantasia ed è così vicino e simile al nostro che vale la pena continuare a cercarvi segni di vita e studiarlo ancora.

Vedi allegato

 


 

Régis Debray: “ Le clivage gauchedroite fait partie du mobilier national”

di Nicolas Truong

Fonte: Le Monde, 4 Maggio

Il linguaggio elettorale si serve di una retorica che ha sorpassato le vecchie distinzioni politiche, e dimostra lo svuotamento della civiltà europea non per l’invasione degli immigrati ma per l’americanizzazione del globo, che ha innescato una non sterile decadenza.

Vedi allegato

 


 

Aki Kaurismaki probes Finland’s asylum system

Fonte: The Economist, 20 Febbraio

 

In questa seconda puntata della sua trilogia sugli immigrati premiata al Festival di Berlino, Kaurismaki racconta due storie di persone che hanno lasciato la loro casa per ripartire, contrapponendo la cieca ineluttabilità dei meccanismi legali all’intelligenza umana dell’empatia e della compassione.

Consulta l’articolo:

http://www.economist.com/blogs/prospero/2017/02/other-side-hope

  


 

How to have a better death

Fonte: The Economist, 29 Aprile

Una morte medicalmente assistita significa per alcuni malati una migliore cura della vita, ma è altrettanto necessario un cambiamento nel modo in cui i sistemi sanitari si prendono cura delle malattie gravi ed entrano in contatto con il paziente, garantendo l’accesso alla medicina palliativa e il supporto dei servizi sociali.

Consulta l’articolo:

http://www.economist.com/news/leaders/21721371-death-inevitable-bad-death-not-how-have-better-death

  

Allegati