TRANSIT HOUSE di My Home Please!: obiettivo raggiunto

Vincente il crowdfunding di Ingegneria Edile-Architettura, alla ricerca di fondi per realizzare un prototipo sostenibile di casa per senzatetto

“Siamo felicissimi di poter annunciare che ce l'abbiamo fatta!!! Grazie di cuore a tutti coloro che hanno creduto nel progetto e ci hanno sostenuto!!! Ora vi consigliamo di seguirci e di godervi il percorso insieme a noi!!!!”: con queste parole il team di Ingegneria Edile-Architettura coordinato dalla prof. Antonella Falzetti festeggia il raggiungimento della quota di crowdfunding del progetto TRANSIT HOUSE che è rimasto aperto per 50 giorni e grazie al quale il progetto ha totalizzato il 101% di quanto chiesto, arrivando a incassare 10.145€.

Con queste risorse il team cofinanzierà una scuola-cantiere già dal prossimo anno accademico e lì costruirà la TRANSIT HOUSE. Un’occasione per passare dal progetto alla fase pratica, dall’idea alla realizzazione.

Un grazie straordinario va ai 154 sostenitori che credono a questa iniziativa e che hanno donato sulla piattaforma di crowdfunding Eppela.com  http://www.eppela.com/it/myhomeplease

Il tam-tam per la donazione è continuato ininterrottamente dal giorno dell’apertura, il 7 dicembre 2017, durante le vacanze di Natale e Capodanno, fino alla fine di gennaio 2018. Un tam-tam che ha coinvolto i canali social del progetto My Home Please! su FaceBook e Twitter dove si possono ancora leggere le tappe raggiunte giorno per giorno.

Per saperne di più, visita il sito del progetto  www.myhomeplease.it  e leggi il blog di La Stampa Tutto Green inhttp://www.lastampa.it/2018/01/24/scienza/ambiente/focus/la-transit-house-di-my-home-please-quando-il-crowdfunding-entra-alluniversit-ClHAqZ0xwknFSw7NGYYd4M/pagina.html

Per ripercorrere tutti i successi della campagna: https://www.facebook.com/MyHomePlease/  e  https://twitter.com/MyHomePlease_