“TOR VERGATA” E RANKING: VALUTATI (BENE) PER LAVORARE (BENE) E CRESCERE (MOLTO)

Andamento stabile o in miglioramento nel confronto su scala nazionale o internazionale. In seguito ad alcune lacunose e fuorvianti informazioni apparse su alcuni organi di stampa, l’Ateneo di “Tor Vergata” offre a beneficio della comunità universitaria

Andamento stabile o in miglioramento nel confronto su scala nazionale o internazionale

In seguito ad alcune lacunose e fuorvianti informazioni apparse su alcuni organi di stampa, l’Ateneo di “Tor Vergata” offre a beneficio della comunità universitaria una panoramica e un’analisi esaustiva del posizionamento sui principali ranking.

Va precisato che dall’a.a. 2013/2014 l’Ateneo ha deciso di sottoporsi alla valutazione da parte delle agenzie internazionali.

Ne emerge un quadro che premia gli sforzi e l’impegno del personale accademico e dello staff per la crescita di “Tor Vergata”. L’Ateneo si posiziona in maniera positiva: il posizionamento ad oggi è mediamente stabile o in miglioramento:

  • stabile per il THE (Times Higher Education) e  in leggera flessione per il THE (Times Higher Education) Young University ranking;
  • stabile nel tempo, dall’a.a. 2013/14 ad oggi, per il Web of Science Ranking, con un miglioramento rispetto allo scorso anno che fa rientrare “Tor Vergata” nel top 250 mondiale;
  • stabile per il l’NTU Ranking (National Taiwan University Ranking), e nel 2018 “Tor Vergata” guadagna 28 posizioni;
  • in miglioramento per il Centre World University Ranking. Negli ultimi 3 anni, l’Ateneo migliora la sua performance, sia a livello mondiale che nazionale;
  • per il Best Global Universities Ranking 2018, la classifica che premia la produttività della Ricerca sulla base di 13 indicatori, “Tor Vergata” è al 274esimo posto a livello mondiale e al 12 posto a livello nazionale tra le 55 università italiane censite;
  • l’andamento dell’area medica, in particolare, non mostra alcuna flessione sia a livello internazionale che nazionale nei principali ranking by subject, mostra anzi un sostanziale miglioramento, nell’ultimo anno della performance di “Tor Vergata” fra le università italiane, passando dalla decima posizione dell’a.a. 2017/2018 alla settima nell’anno in corso;
  • una lettura attenta del QS World University Rankings, dove invece sono state perse delle posizioni, mostra come il risultato sia condiviso da tutti gli Atenei italiani a causa del cambiamento della metodologia di normalizzazione di alcuni indicatori (in particolare, l’impatto citazionale);
  • sempre il QS, prendendo in esame gli Atenei Under 50, riconferma “Tor Vergata” stabile nelle top 150 al mondo UNDER 50, al secondo posto nella graduatoria italiana.

In allegato è disponibile un documento di approfondimento con i relativi dati e grafici.

 

Allegati