Intervento per il rafforzamento della ricerca nel Lazio - incentivi per i dottorati di innovazione per le imprese

Cari Colleghi

Ieri si è chiusa la scadenza per partecipare all’avviso pubblico regionale “Intervento per il rafforzamento della ricerca nel Lazio – incentivi per i dottorati di innovazione per le imprese” il cui obiettivo è quello di favorire e promuovere un’ampia collaborazione tra il sistema della ricerca e dell’innovazione regionale con le imprese della nostra regione. Le borse destinate al nostro Ateneo, in funzione del numero dei corsi di dottorato e del numero di laureati magistrali, sono state 23. L’Ateneo ha presentato 19 progetti promossi dai corsi di dottorato in: Biologia evoluzionistica ed ecologia; Materials for Health; Environment and Energy; Cellular and Molecular Biology; Ingegneria Elettronica; Ingegneria Industriale; Progettazione e Produzione Industriale; Computer Science, Control and GeoInformation; Scienze Chimiche; Economia aziendale; Tissue engineering and modelling biotechnologies for body function; Beni culturali, formazione e territorio. I progetti presentati hanno visto il coinvolgimento di 13 PMI, 4 grandi imprese e 2 enti pubblici. Altre 8 imprese non hanno potuto partecipare con noi al bando per l’assenza di idonei con profili su temi di loro interesse ma si sono dette disponibili a collaborare per il prossimo anno all’avviso pubblico regionale che si ripeterà per il XXXVII ciclo di dottorato.

Nel rilevare questo significativo risultato per il nostro Ateneo esprimo un vivo ringraziamento ai colleghi che, in così poco tempo, hanno saputo realizzare proposte di elevato profilo scientifico e con particolari requisiti di qualità che hanno incontrato l’interesse e comportato la disponibilità di importanti aziende del territorio ad investire nell’iniziativa.

Un particolare ringraziamento rivolgo al Prof. Vincenzo Tagliaferri, Prorettore al Trasferimento Tecnologico, che insieme ai suoi collaboratori ha svolto una efficace azione di indirizzo e raccordo tra i ricercatori e le imprese per creare concrete opportunità per i giovani che intendono impegnarsi in percorsi di dottorato così fortemente connessi con il sistema produttivo della nostra regione.

IL RETTORE
Prof. Orazio Schillaci