TOR VERGATA VINCE LA START CUP LAZIO 2020

Il nostro Ateneo sul gradino più alto del podio sia nella categoria “Giovani” che in quella “Ricercatori”

Si è tenuta ieri la finale della 6a edizione di Start Cup Lazio, rivolta a imprese ad alto contenuto innovativo generati dal sistema della ricerca laziale per lo sviluppo economico e sociale. Una Business Plan Competition promossa dalle Università e dagli Enti di ricerca del Lazio in
collaborazione con prestigiosi partner industriali e finanziari e coordinata dall’Ateneo di Roma “Tor Vergata”, sotto la guida della Prof.ssa Paola Paniccia del Dipartimento Management e Diritto (Coordinatore Start Cup Lazio), in partnership con Regione Lazio/Lazio Innova.
 
La cerimonia di premiazione, in diretta streaming sulla pagina Facebook “Lazio Innova”, si è aperta con i saluti del Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Orazio Schillaci, e ha visto la partecipazione del Sottosegretario al MISE, Gian Paolo Manzella e del Presidente dell’Associazione PNICube, Alessandro Grandi, oltre che dell’Assessore allo Sviluppo Economico della Regione Lazio, Paolo Orneli, del Presidente di Lazio Innova, Nicola Tasco e del Direttore di AlmavivA, Michele Svidercoschi.

In finale si sono sfidati 20 Team, 10 Giovani e 10 Ricercatori. Pluripremiato il nostro Ateneo, i cui progetti si sono aggiudicati il primo posto sia nella competizione dedicata ai Team Giovani sia in quella dedicata ai Team Ricercatori, oltre a numerosi altri riconoscimenti e menzioni.

Per il Team Giovani si è aggiudicato il gradino più alto del podio Toolery, una piattaforma proprietaria che digitalizza l’intera filiera edile – categoria ICT (prodotti e/o servizi innovativi nell’ambito delle tecnologie dell’informazione e dei nuovi media: e-commerce, social media, mobile, gaming, editoria, musica; tecnologie applicate ai beni culturali all’Innovazione sociale e alla moda e al design).

Per il Team Ricercatori il primo premio è stato vinto da NanoteCH (Nanotechnology for Cultural Heritage), un nanocollagene innovativo per il restauro e la conservazione di pergamene e tessuti antichi e moderni – categoria Industrial (prodotti e/o servizi innovativi per la produzione industriale innovativi dal punto di vista della tecnologia o del mercato).
Al secondo posto Nephrotimp, un farmaco per la nefropatia diabetica – categoria Life Sciences (prodotti e/o servizi innovativi per migliorare la salute delle persone). Quinto classificato StrokeCap, un prodotto per lo screening pre-ospedaliero di sospette lesioni intracraniche in situazione acuta (ictus o trauma) – categoria Life Sciences.

Molte anche le Menzioni e i Premi Speciali per i progetti del nostro Ateneo:

Menzione Speciale “Pari Opportunità”, per i migliori progetti nel campo delle pari opportunità e volti a favorire l’imprenditorialità femminile, assegnata a Nanotech (Team Ricercatori)

Menzione Speciale “Social Innovation”, per i migliori progetti nel campo dell’innovazione sociale in base ai criteri espressi dalla normativa per le Startup Innovative, assegnata a GranSens (Team Ricercatori) e Sea Quality (Team Giovani);

• Premio Speciale “Regione Lazio”, per l’accesso ai servizi di incubazione presso uno degli Spazi Attivi del territorio laziale sulla base della prossimità geografica e della specializzazione della soluzione proposta, assegnato a Nanotech, Pet-Amì e Tetis (tutti Team Ricercatori);

• Premio Speciale “Intesa Sanpaolo Innovation Center", per l’ammissione diretta ad uno dei percorsi della StartUp Initiative del Gruppo Intesa Sanpaolo a StrokeCap (Ricercatori);

• Premio Speciale “LVenture Group”, per l’ammissione diretta all’ultima fase di selezione del percorso di accelerazione, assegnato a Sea Quality (Giovani);

Premio Speciale “Peekabo”, per l’accesso diretto al Lean Startup Program, assegnato a Multipiattaforma KmZero (Giovani), in collaborazione tra il nostro Ateneo e l’Università
della Tuscia.

I 20 finalisti di Start Cup Lazio 2020 potranno ora accedere con una modalità agevolata al Premio Nazionale per l’Innovazione, sostenuto da “PNIcube” (Associazione Italiana degli Incubatori Universitari e delle Business Plan Competition).

Per maggiori info: https://startcuplazio.it/


A cura dell’Ufficio Stampa d’Ateneo