In ricordo del Prof. Arnaldo D'Amico

É con profondo cordoglio che comunico la scomparsa del Prof. Arnaldo D’Amico, professore emerito di elettronica.

Il prof. D’Amico era nato a Bologna il 16 marzo del 1940, laureato sia in fisica che in ingegneria elettronica è stato prima ricercatore CNR, poi professore ordinario di elettronica a L’Aquila e dal 1990 presso la nostra università dal 1990.

Il Prof. D’Amico è stato un pioniere della scienza dei sensori in Italia e nel mondo.

Una presenza costante e riconosciuta nel panorama internazionale ed un punto di riferimento per tutta la comunità scientifica che ruota attorno al vasto mondo della sensoristica.

In Italia è stato promotore della ricerca sulla sensoristica prima come direttore del primo progetto finalizzato del CNR sui sensori e poi come fondatore e presidente della Associazione Italiana Sensori e Microsistemi. A livello internazionale è stato tra i promotori della conferenza Eurosensors, di cui ha diretto per anni lo steering committee, e della rivista Sensors and Actuators.

Ha sempre riservato una particolare attenzione alla didattica. A Tor Vergata ha insegnato per 30 anni il corso di dispositivi elettronici e ha dato vita a corsi universitari di sensori nell’ambito dei corsi di laurea in ingegneria elettronica ed ingegneria medica.

Le sue attività di ricerca hanno riguardato ogni aspetto della ricerca sui sensori dalla progettazione del dispositivo alla realizzazione ed applicazione dei sistemi sensoriali.

A Tor Vergata, ha fondato e diretto un gruppo di ricerca interdipartimentale che si è distinto tra l’altro per le ricerche sulle applicazioni dei sensori di gas alla diagnostica medica.

Nel corso della sua carriera ha supervisionato decine di tesi di laurea e di dottorato di ricerca. Dotato di grande umanità ed empatia è stato maestro per tanti che oggi sono professori in università italiane ed estere.

Ci lascia con un enorme eredità e soprattutto con un grande senso di gratitudine per il dono della sua persona, per quello che ci ha insegnato e per il modo sempre gentile e rispettoso con il quale ci ha trasmessi.

Il Rettore

Prof. Orazio Schillaci