Le Scienze e il Museo: Archeologia, Ingegneria e Chimica. Seminario sui Beni Culturali e le Nuove Tecnologie

29 Maggio 2020 dalle 10.00 a fine lavori su Teams

Il 29 Maggio 2020 nell'ambito del Master Universitario di II Livello,"MANT (“Nuove tecnologie per la comunicazione, il cultural management e la didattica della storia dell’arte: per una fruizione immersiva e multisensoriale dei Beni Culturali”)", si svolgerà un seminario con l’approccio interdisciplinare con il quale si affronterà la tematica dei Beni Culturali. In particolare, questo evento riguarderà i Beni Culturali «Indoor» cioè tutto quello che è conservato in Musei, Biblioteche e Archivi. Lo spazio è quello Museale che, oltre alla Visione tradizionale, quale quella di Luogo adatto alla Conservazione per la Fruizione delle Opere D’arte, assurge anche alla nuova dimensione di Laboratorio sperimentale ed itinerante. L’idea è fattibile proprio grazie all’approccio multidisciplinare tra le Scienze Umanistiche e quelle Esatte.
L’Archeologia e la Storia dell’Arte consentono di individuare i Beni da salvaguardare.
La Chimica permette la diagnosi dello stato di conservazione ed adotta strategie non invasive, non distruttive e sempre innovative per il restauro e la messa in sicurezza (nel tempo) delle Opere. La Chimica inoltre, garantisce anche il
monitoraggio in continuo degli ambienti museali per assicurare uno stato di qualità dell’aria idoneo a preservare i Beni Culturali.
L’Ingegneria, infine, è in grado di sviluppare sistemi di Intelligenza artificiale capaci di elaborare tutte le informazioni/Dati necessari a conoscere lo stato di conservazione delle Opere, il Microclima dei Musei (per le correlazioni causa/effetto tra ambiente ed opera stessa) e gli effetti di trattamento di
restauro e conservazione (in termini di efficienza massima e non invasività).

In allegato la locandina con il programma completo dell'evento e il link per accedere.

Allegati