Azioni dell’alleanza YUFE durante la Pandemia di Covid-19

(Data ultima modifica: 07/04/2020, Data pubblicazione: 07/04/2020, Autore: Scilla Gentili)
 
Nota del coordinatore del progetto YUFE, l'Università di Maastricht, per tutte le università partner
 

YUFE (Young Universities for the Future of Europe) è un’alleanza strategica tra 8 giovani Atenei di diversi Paesi europei, fortemente orientati alla ricerca, di cui fa parte anche l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata. Gli altri partner sono: Maastricht University (coordinatore) – Paesi Bassi, Carlos III University of Madrid – Spagna, University of Antwerp – Belgio, University of Bremen – Germania, University of Cyprus – Cipro, University of Eastern Finland, University of Essex – Regno Unito. Ne fanno parte, inoltre, altri 6 partner associati europei, tra università, imprese e onlus.

Nel giugno 2019 la Commissione Europea ha scelto il progetto YUFE per la creazione di una nuova “Università europea del futuro”, che sarà realizzata nei prossimi tre anni, basandosi sulla cooperazione tra istituti di alta formazione, settore pubblico e privato e cittadini, ovunque in Europa e con l’obiettivo di porre al centro di ogni azione lo studente e il suo percorso di crescita.

In questo difficile momento in cui la pandemia da Covid-19 sta mettendo a dura prova il mondo intero, anche YUFE si adegua alle restrizioni, cogliendo nuove opportunità. Per questo il coordinatore del progetto YUFE, l'Università di Maastricht, ha inviato la seguente nota per tutte le università partner:

“La pandemia di Covid-19 sta cambiando la vita delle persone in tutto il mondo. Sta cambiando il modo in cui lavoriamo, il modo in cui impariamo e il modo in cui viviamo. Naturalmente, la pandemia ha i suoi effetti anche sull' Alleanza Young Universities for the Future of Europe (YUFE).

YUFE mira a costruire un’università europea giovane, incentrata sugli studenti, non elitaria, aperta e inclusiva. Uno dei suoi elementi chiave sarà di fatto la mobilità fisica, mista e virtuale degli studenti e dello staff. Le restrizioni agli spostamenti e agli assembramenti che sono state applicate in tutta Europa in questo momento sottolineano l’importanza di orientarsi verso le opportunità che offre l’istruzione online. Piuttosto che concentrarsi principalmente sul periodo successivo al Covid-19 – quando la mobilità fisica sarà nuovamente possibile – l’Alleanza YUFE ha deciso di porre maggiormente l’accento sul suo campus virtuale. Questa piattaforma online collegherà virtualmente cittadini, studenti e staff in tutta Europa. La speranza è quella di cogliere i benefici di questa azione già nel breve periodo, rafforzando ulteriormente le risorse online che già tutte le istituzioni accademiche di YUFE hanno realizzato da quando si sono trovate a trasferire rapidamente le loro lezioni online. Attraverso questi sforzi condivisi YUFE è determinata a raggiungere l’obiettivo dell’inizio dei corsi per i primi studenti YUFE nell’A.A. 2020/2021.

Per quanto ci sarà possibile, il lavoro quotidiano verso la nostra Università europea verrà portato avanti sulla base delle esigenze e degli interessi degli studenti e dello staff. Di comune accordo con i partner YUFE, gli studenti, i governi e le altre alleanze delle università europee, cercheremo di formulare soluzioni accessibili e risposte alle tante domande che sorgono in questo momento. Purtroppo non ci sono “manuali” o “linee guida” a cui possiamo far affidamento in questa situazione eccezionale ed è difficile lavorare insieme oltre i confini senza incontrarsi faccia a faccia per un periodo di tempo così esteso. Tuttavia, l’impegno di tutti coloro che lavorano su YUFE sta emergendo in modo produttivo attraverso i tanti incontri virtuali, che ci consentono di andare avanti in modo coordinato ed efficiente. Tutto ciò, insieme al senso unico della comunità che gli studenti e il personale generano, ci sta permettendo di costruire attività e soluzioni che speriamo di condividere con voi nei prossimi mesi”.

Per leggere il messaggio originale: https://bit.ly/2US2Uux

Per maggiori info: https://www.yufe.eu/

A cura dell'Ufficio Stampa di Ateneo


StampaSu