TAR Lazio Sentenza n. 3720 del 20/03/2017 - Voto a tutela del prestigio dell'Ateneo, adottato dal Senato Accademico nella seduta del 21 marzo 2017

Estratto dal Verbale della riunione del Senato Accademico del 21 marzo 2017

Voto a tutela del prestigio dell'Ateneo

All’inizio della seduta, il Rettore chiede al Pro-Rettore Vicario di riferire in merito a quanto pubblicato in data odierna dal quotidiano “Il Messaggero”.

Il Pro-Rettore Vicario fa presente quanto segue:

“Il quotidiano “Il Messaggero” ha pubblicato un articolo, a firma della giornalista Michela Allegri, avente ad oggetto la sentenza pronunciata dal TAR sul ricorso proposto da Pierpaolo Sileri e contenente notizie false e fortemente fuorvianti, determinando una evidente diffamazione dell’Ateneo.

In merito a tale articolo è necessario precisare quanto segue:

- non è vero che il Regolamento per la chiamata dei professori è stato annullato: è vero, invece, che il TAR ne ha espressamente affermato la piena legittimità e, a conferma di ciò, il TAR ha sentito l’esigenza di compensare integralmente le spese del giudizio in ragione del solo parziale accoglimento del ricorso e della espressa e specifica considerazione che comunque il Regolamento non poteva ragionevolmente prevedere, quanto meno in sede di prima stesura, una specifica previsione di come procedere in presenza di più idonei all'interno dello stesso Dipartimento;

- non è vero che è stata annullata la chiamata di 57 professori: è vero, invece, che il TAR ha espressamente affermato che la sentenza riguarda esclusivamente la procedura in questione e che i vizi sollevati con il ricorso non investono profili caducatori delle procedure già svolte;

-  non è vero che tra i vincitori vi sono molti “figli d’arte”.

Ciò dimostra che la giornalista Michela Allegri, pur avendo a disposizione la sentenza del TAR, pubblicata in data 20 marzo 2017, non ha ritenuto necessario acquisirne i contenuti prima di pubblicare il suo articolo, il quale - si ribadisce - contiene affermazioni false che ledono gravemente il prestigio dell’istituzione universitaria”.

Intervengono tutti i Senatori, i quali, dopo aver manifestato adesione a quanto affermato dal Pro-Rettore Vicario, stigmatizzano il clima avverso all’Ateneo per l’orientamento meritocratico che lo stesso ha, peraltro doverosamente, introdotto in tutte le procedure di reclutamento e invitano gli organi e gli uffici competenti, a iniziare dal Rettore, ad adottare tutti i provvedimenti opportuni per la tutela dell'Università.

Di conseguenza,

IL SENATO

all’unanimità esprime al Rettore la massima solidarietà e la piena fiducia nel suo operato. Invita, inoltre, il Rettore a difendere con assoluta determinazione e con il necessario rigore l’immagine dell’Ateneo e ad adottare tutti i provvedimenti indispensabili per la sua tutela, avviando le opportune iniziative in ogni sede, non esclusa quella penale, nei confronti di chiunque abbia inteso, a vario titolo, denigrare e diffamare l’Ateneo. Invita altresì gli Uffici e gli organi competenti dell’Ateneo a volere assicurare la massima diffusione e divulgazione al presente voto.

Notizie correlate:
Sentenza Tribunale amministrativo regionale del Lazio