Goccia d’Oro 2017, premio all’associazione 'Medicina Solidale'

Premiare chi compie opere di solidarietà. E’ questo il senso della XXVII edizione del premio “Goccia d’Oro al merito della solidarietà”, in programma sabato 17 giugno, alle ore 18, al Teatro del Popolo di Rapolano Terme.
Il riconoscimento andrà a “Medicina Solidale”, associazione di volontariato attiva presso l’Università di Roma “Tor Vergata” e presieduta dal prof. Francesco Russo – delegato del Rettoreper la responsabilità sociale dell'Ateneo e per l’applicazione della legge 104/92, con particolare riferimento alla promozione degli interventi necessari a migliorare le condizioni che possono presentare fattori di rischio, disagio, discriminazione, minorità – che tramite il Papa e l’Elemosiniere del Vaticano, si prende cura dei poveri e dei senzatetto della capitale.
Verrà premiata anche l’associazione “Vecchie e nuove povertà”, che a Empoli raccoglie tutte le associazioni di volontariato della città nella lotta al bisogno e all’emarginazione. Una speciale Goccia d’Oro, anonima, andrà all’“Angelo Invisibile” di Milano, come è stato definito l’imprenditore lombardo di cui nessuno conosce l’identità che da anni, tramite una rubrica del Corriere della Sera prima e tramite i centri d’ascolto Caritas poi, condivide il suo patrimonio con quanti hanno bisogno di aiuto e protezione.
Particolare attenzione verrà rivolta a chi, a causa dei recenti terremoti, ha perso tutto e si trova in un momento di grande bisogno.
La Santa Messa nella chiesa di Santa Maria assunta precederà la cerimonia di premiazione, presentata da Roberto Amen (vice direttore dei servizi parlamentari Rai), da Paolo Bernardi (Rai Toscana) e da Giuseppe Carrisi (Giornale Radio Rai).
Tutto verrà animato dal gruppo Ciro Pinzuti di Sinalunga, il quale eseguirà dei brani tratti dal musical “Aggiungi un posto a tavola che c’è un amico in più”.
L’evento è organizzato dai volontari della Confraternita di Misericordia e del Gruppo Donatori di Sangue Fratres di Rapolano Terme (Siena), con il patrocinio dell’amministrazione comunale.