Ricordando John Fante, concorso letterario per scrittori esordienti

Il gruppo di lettori di “Tor Vergata” nella giuria di preselezione

È Giacomo Mazzariol, con “Mio fratello rincorre i dinosauri” (Einaudi) il vincitore della XII edizione del concorso letterario John Fante Opera Prima 2017, che si tiene nell’ambito del John Fante Festival dedicato allo scrittore italo-americano e patrocinato, tra gli altri, dall’Università di Roma “Tor Vergata”. La fase conclusiva del Premio, che si rivolge agli scrittori esordienti nel panorama nazionale, si è svolta come ogni anno a Torricella Peligna, in Abruzzo, a fine agosto. A decretare la vittoria di Mazzariol una giuria popolare mentre i tre finalisti, gli altri due sono Tommaso Avati, con “Ogni città ha le sue nuvole” (Sem) e Valerio Callieri, con il “Teorema dell’incompletezza” (Feltrinelli), sono stati scelti da una giuria tecnica.


I finalisti del Premio John Fante Opera Prima 2017

Un gruppo di lettori  della Biblioteca Area Economica “Vilfredo Pareto” dell’Università di Roma “Tor Vergata”, coordinato da Paola Coppola e da Rocco Ciciretti, insieme a un gruppo di lettori dell’Università degli Studi “G. d’Annunzio”,  Chieti – Pescara, Dipartimento di lettere Arti e Scienze Sociali, coordinato da Mario Cimini, costituiscono invece la giuria di preselezione che ha il compito di effettuare la prima selezione delle opere da sottoporre alla Giuria tecnica.

La cerimonia di premiazione è stata presentata dalla giornalista Mila Cantagallo e vi hanno preso parte la direttrice artistica Giovanna Di Lello, il sindaco di Torricella Peligna Carmine Ficca, la giuria tecnica (Maria Ida Gaeta, Francesco Durante, Mario Cimini, Leonardo Colombati), l’attore Domenico Galasso, che ha letto alcuni brani tratti dai libri dei tre finalisti. Tra gli ospiti presenti in questa edizione, che ha affrontato il tema delle migrazioni passando per John Fante e la letteratura outsider: Jim e Victoria Fante, Gianrico Carofiglio, Matteo Nucci, Francesco Durante, Leonardo Colombati, Edoardo Camurri, Luca Briasco, Carlo Paris, Carmen Pellegrino, Omar Di Monopoli, Matteo Marchesini.


Festival John Fante Staff - Edizione XII

John Fante, scrittore e sceneggiatore, nasce a Denver, nel Colorado (USA), l’8 aprile 1909 da un’umile famiglia d’origine italiana. Il padre, Nick, un muratore di Torricella Peligna (Abruzzo meridionale), emigra negli Stati Uniti nei primi anni del Novecento, dove sposa Mary Capolungo, una cattolicissima italoamericana, nata a Chicago, figlia di un sarto lucano. Dopo la stesura del suo primo romanzo,  The Road To Los Angeles (La strada per Los Angeles), più volte rifiutato dagli editori e uscito postumo, Fante pubblica nel 1938  Wait Until Spring, Bandini (Aspetta primavera, Bandini) considerato dalla critica americana tra i migliori libri dell’anno. Il romanzo esce anche in Inghilterra, ed è tradotto in Italia (da Elio Vittorini) e in Norvegia. Nel 1939, viene pubblicato Ask The Dust (Chiedi alla polvere), il suo capolavoro, tradotto anche in Italia. John Fante muore l’8 maggio del 1983, qualche mese dopo la ristampa di Aspetta Primavera, Bandini.

Sfoglia il racconto dell’Edizione 2017

Rivivi il Festival John Fante - Foto Gallery