Il nostro Ateneo perde un Maestro della Chirurgia

Si è spento il Prof. Tommaso Claudio Mineo

Nato in Sicilia alla fine della seconda guerra mondiale, il Professor Tommaso Claudio Mineo si è laureato presso l'Università "La Sapienza" di Roma, dove è cresciuto come chirurgo toracico sotto la guida del Prof. Costante Ricci.

È stato tra i chirurghi pionieri dell'Università degli Studi di Roma "Tor Vergata" e del nostro Policlinico, dove ha lavorato con incessante passione e grande carisma fino a tre anni fa.
Lascia una voluminosa attività scientifica ed una nutrita squadra di discepoli. Uomo colto, gentile ed eclettico, cristiano e devoto al culto di Maria, ha firmato anche numerosi libri di tema religioso.

Claudio era per me il prototipo del "Maestro", dando al termine il suo significato più profondo: "grande e pesante di dignità e prestigio". Il Maestro è per definizione colui che guida con la piena condivisione di ciò che insegna. Il vero Maestro, infatti, è colui che dapprima cerca di migliorare se stesso e poi indirizza il proprio intervento sugli altri. Questo è stato, il Prof. Mineo per me, fino all'ultimo istante, fino alla nostra ultima, significativa conversazione poche ore prima della sua dipartita.

Ci mancheranno, caro Claudio, nella nostra università, Maestri come te.
Con la più sincera vicinanza, giunga un pensiero di amicizia e conforto alla moglie Marta e ai figli Davide, Desirée e Barbara.

In accordo con la famiglia, verrà celebrata una messa in suffragio del caro Claudio giovedì 6 dicembre alle ore 12.00, presso l’Aula Anfiteatro del Policlinico Tor Vergata.

 

Giuseppe Novelli