Tor Vergata e GAL insieme per un turismo enogastronomico di qualità

Nell’incontro è stato presentato il primo corso di laurea professionalizzante in Turismo Enogastronomico

Si è svolto ieri, nella prestigiosa cornice di Villa Aldobrandini a Frascati, l’incontro “La cooperazione per il turismo nei Castelli Romani e Monti Prenestini”, organizzato da Gal Castelli Romani e Monti Prenestini in collaborazione con l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”.

A fare gli onori di casa il Presidente del Gal, Stefano Bertuzzi, che, dopo aver presentato gli ospiti, ha lasciato la parola al prof. Franco Salvatori, prorettore vicario di Tor Vergata, per un saluto: “Porto i saluti del Rettore, prof. Giuseppe Novelli, impegnato al Miur per la presentazione del ‘Distretto dell’economia e della scienza per una smart city sostenibile’, un altro progetto che vede un’importante e proficua sinergia tra la nostra Università e questo territorio. Già 20 anni fa – ha proseguito Salvatori – dicevamo che Tor Vergata doveva smettere di avere il ‘torcicollo’ su Roma e doveva guardare l’area metropolitana, in particolare i Castelli Romani e i Monti Prenestini. E in questi anni abbiamo costruito un sodalizio fecondo con questa area, diventata per noi un punto di riferimento. Tor Vergata, inoltre, è stata all’avanguardia anche nell’individuare nel turismo un ambito di studio e approfondimento: siamo stati la prima università, venti anni fa, a dedicare un corso di laurea al turismo e nel tempo abbiamo irrobustito l’offerta formativa in materia con dottorati, master e corsi di formazione. Siamo, infatti, convinti – ha concluso il prorettore – che non si possa rispondere in maniera approssimativa alle esigenze di questo settore, ma che anzi è doveroso garantire competenze e professionalità altamente specializzate. Anche in questo Tor Vergata è a disposizione del Gal e del territorio”.

Dopo la presentazione del Gal e delle opportunità per la filiera turistica dei Castelli Romani e dei Monti Prenestini, a cura del Direttore del Gal Patrizia Di Fazio, è intervenuto il prof. Simone Bozzato che ha ricordato l’importante cooperazione tra l’Università, le istituzioni locali e il sistema produttivo per valorizzare il settore turistico, in particolare l’enogastroturismo che si sta affermando sempre di più. “Proprio in questa ottica – ha affermato il prof. Bozzato – l’Università di Tor Vergata ha deciso di investire sulla formazione di figure professionali e attiverà dal prossimo anno accademico un corso di laurea professionalizzante in Turismo Enogastronomico, il primo nel Lazio, che si articolerà su un modello trasversale di studi che fa dialogare saperi e operatività inerenti i settori delle discipline antropologiche, sociologiche, geografiche, storiche, artistiche, giuridiche, statistiche, mediche, nutrizionali, agronomiche, merceologiche, economiche e del marketing avanzato”. Il Corso di Laurea Professionalizzante è pensato per formare operatori specializzati dell’incoming nel turismo enogastronomico e operatori specializzati di event management nel medesimo settore. “Per preparare al meglio queste figure professionali i primi due anni di corso si terranno in Aula, mentre l’ultimo sarà svolto interamente in una delle aziende che hanno aderito a questo progetto, consentendo così di verificare sul campo la capacità di applicare le conoscenze e le competenze acquisite nell’ambito dell’intero percorso di studi”.

In conclusione dell’incontro si è tenuta una tavola rotonda, coordinata dal prof. Franco Salvatori, nella quale sono intervenuti rappresentanti delle istituzioni e del mondo associativo e produttivo, portando il loro contributo circa le numerose iniziative messe in campo a sostegno dello sviluppo turistico del territorio.