Ranking 2021/ CWUR e QSwur, l’Ateneo di “Tor Vergata” riparte da un rating positivo

A pochi giorni di distanza sono state pubblicate due delle principali classifiche mondiali delle migliori Università: QS World University Ranking 2021 e Centre for World University Rankings 2020-2021 (CWUR)

L’Ateneo “Tor Vergata” è presente in entrambi i fronti internazionali e mantiene la sua posizione.  Nella classifica generale del QS World University Ranking 2021 l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” si colloca nella fascia 511-520 delle migliori Università del mondo compresa tra le top 43% delle 1.604 considerate Università e tra gli Atenei italiani presenti nel ranking conferma la 13ma posizione, conquistata lo scorso anno. 

Nella classifica internazionale 2020-2021 del Centre for World University Rankings (CWUR), l’Ateneo di “Tor Vergata” mantiene la sua posizione collocandosi nel top 1,6% su 2.000 università considerate in tutto il mondo, attestandosi alla 310ma posizione, mentre tra le Università italiane presenti nella classifica è all’ 11° posto.

«Siamo soddisfatti di questo risultato che conferma l’efficacia del lavoro del nostro Ateneo, da sempre impegnato nella valorizzazione dell’eccellenza nella ricerca e dei suoi talenti. Questo riconoscimento assume oggi particolare rilievo, considerato il periodo di difficoltà che il nostro Paese sta vivendo, e rappresenta un segnale positivo e soprattutto stimolante per gli immatricolati del prossimo anno accademico, che si troveranno a studiare e a interagire in un ambiente culturale ridisegnato per le esigenze attuali», ha commentato Daniela Vuri, Prorettore alla Ricerca.

Il Ranking QS World University è stilato sulla base di 6 parametri

  1. Academic Reputation
  2. Employer Reputation
  3. Faculty Student
  4. Citations per Faculty
  5. International Faculty
  6. International Students

Il Ranking CWUR è stilato sulla base di 4 parametri:

CWUR utilizza sette indicatori per classificare le università del mondo:

1)  Qualità dell'istruzione, misurata dal numero di ex-alunni di un'università che hanno vinto importanti distinzioni accademiche rispetto alla dimensione dell'università (25%)

2)  Occupazione di ex-alunni, misurata dal numero di ex-alunni di un'università che hanno ricoperto posizioni dirigenziali presso aziende più grandi del mondo rispetto alla dimensione dell'università (25%)

3)  Qualità della facoltà , misurata dal numero di membri della facoltà che hanno vinto importanti distinzioni accademiche (10%)

4)  Risultati della ricerca:

i) Risultato della ricerca, misurato dal totale numero di articoli di ricerca (10%)
ii) Pubblicazioni di alta qualità, misurate dal numero di articoli di ricerca che compaiono su riviste di alto livello (10%)
iii) Influenza, misurata dal numero di articoli di ricerca che appaiono su riviste altamente influenti (10%)
iv) Citazioni, misurata dal numero di articoli di ricerca molto citati (10%)

«L’Ateneo è in ottima posizione in Italia, ma dobbiamo e possiamo fare meglio. - questa la visione del nuovo Rettore. - Una sfida importante che ha come obiettivo, pur trascendendo da alcuni ranking internazionali, migliorare i servizi agli studenti che devono sentirsi guidati nello spirito di un Ateneo inclusivo e proiettato al futuro».

 A cura dell’Ufficio Stampa di Ateneo