Cultura e Società Aprile 2019

Leggi gli articoli selezionati nel mese di Aprile 2019

Romain Betrand

di Catherine Calvet e Sonya Faure

Fonte: Libération, 6 Aprile

Le parole con cui descriviamo la natura sono importanti per relazionarci con essa. Pur vivendo una esistenza autonoma, il linguaggio le dà forma e colore, ma anche l’evoluzione della natura e del sapere cambia il linguaggio e le sue categorie.

Vedi allegato

 


 

“Je t’aimerais plus encore si tu avais une vrai ambition culturelle”

di Pierre Jolivet

Fonte: L’Obs, 11 Aprile

In occasione delle elezioni europee, un artista scrive una lettera d’amore all’Europa per come potrebbe essere se una attenta politica culturale permettesse a ogni europeo di conoscerla nella sua ricchezza e varietà e di esserne fiero.

Vedi allegato

 


 

Au CERN, la cité des sciences imaginée par Renzo Piano

di Laure Lugon Zugravu

Fonte: Le Temps, 9 Aprile

Una città della scienza dedicata alla divulgazione della ricerca scientifica aprirà le sue porte al CERN. Questo progetto, arricchito dal disegno di Renzo Piano, intende comunicare la bellezza della scienza oltre che la sua utilità per avvicinarla al grande pubblico.

Vedi allegato

 


 

Historique: les astronomes capturent l’image d’un trou noir

di Tristan Vey

Fonte: Le Figaro, 11 Aprile

Una rete di radiotelescopi e di ricercatori è riuscita a rendere visibile quanto più di misterioso esiste: un buco nero. Niente più spettacolare di un evento registrato da sei conferenze scientifiche mondiali, non essendo semplice conciliare l’idea di un oggetto reale con la definizione dei buchi neri come orizzonti di eventi.

Vedi allegato


 

Dans l’atelier florentin de Verrocchio, maître de Léonard

di Éric –Biétry Rivierre

Fonte: Le Figaro, 16 Marzo

Nel cinquecentenario della morte di Leonardo, Firenze celebra il suo maestro Andrea del Verrocchio nella sua grandezza non riducibile a quella dei suoi eccelsi allievi del Rinascimento Fiorentino, né al suo ingegno estetico.

Vedi allegato

 


 

Heurex qui, comme Homère…

di Éric –Biétry Rivierre

Fonte: Le Figaro, 1 Aprile

Al Louvre-Lens una mostra di opere d’arte e di calchi ispirata al mondo di Omero riunisce il pubblico attratto dai canti dell’Iliade e dell’Odissea, in una fuga di immagini  che affondano nel tempo lontanissimo e perduto della poesia orale.

Vedi allegato

 


 

Akte Weltrettung

di Max Rauner

Fonte: Die Zeit, 3 Aprile

Client Earth è una ONG di avvocati delle migliori scuole del mondo e determinati a salvare il Pianeta. Di fronte al fallimento della comunicazione scientifica e pubblica e le debolezze della politica, utilizzano i paragrafi normativi contro gli interessi delle industrie.

Consulta l’articolo:

https://www.zeit.de/zeit-wissen/2019/02/umweltschutz-client-earth-ngo-klimawandel-rechtsanwaelte/komplettansicht

 


 

Les maths et nous

di Jacques Attali

Fonte: L’Express, 3 Aprile

Le riforme non bastano a realizzare delle società migliori, ma è importante anche ciò che impariamo. La matematica è uno di quei metodi che insegnano che il successo non è mai frutto del caso, e valorizza l’impegno e lo sforzo.

Vedi allegato

 


 

 

Union européeenne. Et si la culture réenchantait l’Europe

di Dominique Nora

Fonte: L’Obs, 14 Marzo

L’identità europea c’è sempre stata ed è allo stesso tempo un eterno vuoto da colmare. Ciò che conta davvero oggi sono le politiche e gli strumenti normativi atti a difendere la nostra diversità culturale dallo strapotere ideologico dei giganti della tecnologia.

Vedi allegato

 


 

Von Europa lernen heisst Demokratie lernen

di Michael Hanfeld

Fonte: Die Faz, 26 Marzo

La riforma del diritto d’autore, stigmatizzata come fine della libertà del World Wide Web, restituisce ai cittadini europei quei principi giuridici scritti nelle nostre Costituzioni democratiche e svuotati nell’universo capitalistico dei dati, in cui i contenuti personali non appartengono più alle persone, ma a gruppi di imprese.

Consulta l’articolo:

https://www.faz.net/aktuell/feuilleton/debatten/urheberrecht-europaparlament-hat-der-reform-zugestimmt-16109558.html

 


 

A poil à gratter

di Sonia Delesalle-Stolper

Fonte: Libération, 22 Marzo

Una economista di Cambridge, brillante e femminista, autrice di The Sex Factor, sul ruolo della donna nello sviluppo economico dell’Occidente, ha scelto di spogliarsi dei suoi abiti non solo accademici per comunicare quella che sarà l’eredità di Brexit per la Gran Bretagna.

Vedi allegato

 


 

Vincent Van Gogh, a literary life

Fonte: The Economist, 27 Marzo

Una mostra alla Tate Gallery evidenzia il rapporto con la letteratura di Vincent Van Gogh, non limitato alla scrittura delle sue celebri lettere, ma consistente nella ispirazione letteraria dei momenti più felici della sua pittura, in cui traspose immagini verbali prese dalle opere di narrativa che egli amò di più.

Consulta l’articolo:

https://www.economist.com/prospero/2019/03/27/vincent-van-gogh-a-literary-life

 

 

Allegati