Chiarimento n.13

Procedura aperta divisa in 6 lotti per affidamento del servizio di gestione di n.6 punti ristoro bar presso l'Universita' degli Studi di Roma Tor Vergata con concessione in uso dei locali

In relazione all'appalto di cui al titolo, è pervenuta da parte di una Società una richiesta di chiarimento così sintetizzabile:

Quesiti:

  1. Considerato i chiarimenti nn. 7 e 8, forniti da codesto Ateneo, si domanda se il partecipante, qualora aggiudicatario della gara, ha la facoltà di acquistare le attrezzature e gli arredi e quant'altro di proprietà dell'attuale gestore, qualora lo stesso si rendesse disponibile alla vendita anziché alla rimozione, di quanto di sua proprietà esistente negli esercizi stessi.
  2. In riferimento all'art. 1 del Disciplinare di gara "Ammontare dell'appalto", si domanda, nel caso che questa Società intendesse partecipare a più lotti, se la lettera di referenze bancarie, aventi per oggetto i 6 lotti esposti nel citato art. 1, tenendo conto che l'Ente appaltante è il medesimo, fossero ritenute valide soltanto 2 dichiarazioni da 2 distinte Banche, o ne occorrono 2 per ogni lotto?
  3. La busta n. 1 "Documentazione" impone, a pena di esclusione dalla procedura di gara, che i documenti distinti ai punti b) i) , l), m) n) trattasi di documenti unici tra loro, si domanda se per i citati documenti possa essere ritenuta valida la fornitura di un unico esemplare dei documenti richiesti valevoli per tutti i singoli lotti a cui si vuole partecipare, oppure bisogna produrre gli stessi documenti per ogni singolo lotto?
  4. All'art. 12 del Disciplinare Busta 2 Offerta tecnica, le planimetrie ed i relativi disegni progettuali anche tridimensionali debbono essere considerati come pagine nel limite delle 250 pagine richieste, oppure sono esclusi essendo di vasta dimensione e quindi non possono essere classificati come pagine e numerati?
  5. Si domanda se il Bando di gara, il disciplinare di gara, il capitolato speciale d'oneri ed i chiarimenti pubblicati sul sito afferente e tutta la documentazione citata nel sito debbono essere allegati nella Busta 1, debitamente timbrati e firmati per accettazione, oppure non debbono essere inseriti, poiché nei documenti della procedura aperta non se ne fa menzione?

Risposte

  1. L'acquisto delle attrezzature, degli arredi e di quant'altro di proprietà dell'attuale gestore rientra nelle scelte manageriale dei singoli operatori economici.
    Il concorrente, comunque, nella redazione del progetto da inserire nel plico contenente l'offerta tecnica che sarà oggetto di valutazione ed apprezzamento secondo quanto indicato all'art. 16 del Disciplinare di gara dovrà fornire una descrizione dettagliata degli arredi e delle attrezzature con i quali lo stesso vorrà allestire il punto ristoro bar.
    Qualora il concorrente medesimo intendesse proporre arredi ed attrezzature già presenti in altri bar o negli stessi oggetto del presente affidamento dovrà, in sede di redazione del progetto tecnico, farne esplicita menzione, consentendo così alla Commissione di gara di esprimere un adeguato giudizio.
  2. Sono sufficienti n. 2 dichiarazioni bancarie in originale emesse da almeno 2 istituti di credito per tutti i lotti.
  3. Per tutti i lotti e' sufficiente la presentazione di un unico esemplare dei documenti distinti ai punti b) i) , l), m) n) del disciplinare di gara.
  4. Le planimetrie ed i relativi disegni progettuali di cui all'art. 12 del disciplinare di gara non vanno computate nel limite di 250 pagine richieste per la redazione dell'offerta tecnica;
  5. Non necessita allegazione della documentazione costituente la lex specialis della gara in questione nella Busta 1, in quanto la piena conoscenza e accettazione delle prescrizioni ivi previste sono esplicitamente indicate al punto 1 della lett. C - ulteriori dichiarazioni - del modello tipo di domanda di partecipazione e relative dichiarazioni (Mod. 1) predisposto dall'Amministrazione per la gara di cui trattasi.

Il Responsabile del Procedimento
Dott. Giorgio Di Giorgio