Chiarimento n. 2

Procedura aperta per l'affidamento del servizio di raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti radioattivi prodotti nelle strutture dell'Università degli Studi di Roma Tor Vergata.

In relazione all’appalto di cui al Titolo, sono pervenute da parte di una Società le seguenti richieste di chiarimento:

Quesito 1:
“Nel MOD. 1 – Domanda di partecipazione, alla lettera F) vanno dichiarati i soggetti cessati dalla carica nel triennio antecedente la data di pubblicazione del bando.
Il DL n. 70 del 13/5/2011, all’art. 4, comma 2, lettera b), modifica l’art. 38, comma 1, lettera c) del DL 163/2006, riducendo da 3 a 1 anno il periodo relativo ai cessati.
Si chiede conferma che la dichiarazione debba essere riferita ai cessati nell’ultimo anno antecedente la pubblicazione del bando”.

Risposta 1:
Si conferma che le dichiarazioni debbano riferirsi ai cessati nell’anno antecedente la pubblicazione del bando invece che nel triennio, così come riportato per mero errore materiale nei modelli pubblicati che si provvederà a modificare.

Quesito 2:
“Nel modello vengono richiesti dati di offerta relativi a percentuale di ribasso, nonché importi nel periodo.
Dai documenti di gara non si evince come formulare l’offerta per singola tipologia di rifiuto che, in accordo con i quantitativi citati all’art. 6 del Capitolato Tecnico, conducano al totale offerto da confrontare con la base d’asta indicata nell’ART. 1 del Disciplinare di Gara.
Nel capitolato vengono indicate 3 CLASSI (per caratteristiche radiologiche), ciascuna suddivisa tra solidi e liquidi, tali da individuare un computo metrico composto da:
Rifiuti solidi con T/2<75giorni
Rifiuti liquidi con T/2<75 giorni
Rifiuti solidi con T/2>75giorni (anche C14)
Rifiuti liquidi acquosi con T/2>75 giorni (anche C14)
Rifiuti liquidi organici T/2>75 giorni (anche C14)
Vista la diversità di gestione, e quindi di costo e prezzo, normalmente vengono esposti prezzi per ciascuna categoria, abitualmente diversi per solidi e per liquidi, evitando la formulazione di medie (sia pure ponderate).
Si chiede se l’offerente può creare un proprio computo metrico da allegare al modulo di offerta”.

Risposta 2:
Il modello dell’offerta economica dovrà essere compilato inserendo la percentuale di ribasso rispetto alla base di gara di cui all’art. 1 del disciplinare di gara, intesa al netto dell’Iva e dei costi del personale non soggetti a ribasso d’asta. Questo ribasso dovrà essere coerente con l’importo di cui al punto 2 del modulo dell’offerta economica e quindi dei successivi punti 3 e 4.
L’importo proposto ricomprenderà le attività prestazionali di cui al capitolato tecnico di gara in termini di oggetto dell’affidamento e delle quantità presunte ivi indicate (art. 6 capitolato tecnico di gara).
La richiesta di quotazione ai punti 5.a), 5.b) e 5.c) del modulo dell’offerta economica è riferita ai costi unitari degli ulteriori contenitori rispetto alle quantità di cui al capitolato.
Ovviamente, per assicurare condizioni paritarie di partecipazione alla presente gara, ogni concorrente dovrà attenersi alle modalità di compilazione del modello di offerta economica così come messo a disposizione.

Il Responsabile del Procedimento
Dott. Giorgio Di Giorgio