Chiarimento n. 1

Procedura aperta per l’affidamento del servizio di cassa, di incasso delle tasse e dei contributi universitari e servizi connessi per conto dell'Università degli Studi di Roma "Tor Vergata"

In relazione all’appalto di cui al Titolo, è pervenuta da parte di una Società una richiesta  di chiarimento:

Quesiti: 
Ai sensi dell’art. 3 del Disciplinare della procedura in oggetto, con la presente stiamo a richiedervi i seguenti chiarimenti relativamente alla documentazione di gara:
 
1) si chiede di conoscere a quanto ammonterà la fideiussione definitiva in caso di aggiudicazione, considerato il fatto che all’art. 17 del Disciplinare di gara, pag. 40, viene indicato “.. un deposito cauzionale definitivo nella misura del 10% dell’importo di cui all’art. 1 del presente disciplinare riferito alla durata complessiva dell’affidamento” mentre all’ultimo capoverso si legge “l’importo del deposito cauzionale sarà precisato nella lettera di comunicazione dell’aggiudicazione”;
 
2)in merito al deposito cauzionale provvisorio di cui all’art.10 lett. A) del Disciplinare, si chiede di chiarire se l’importo di € 44.320,87 è pari al 2% dell’importo stimato dell’appalto per i sei anni di durata della concessione come previsto all’art. 10 punto A) Deposito cauzionale provvisorio del Disciplinare, ovvero cinque anni  come previsto dall’art.1 e confermato dall’art. 2  del Disciplinare stesso;

3)con riferimento al Disciplinare art. 10, lettera C.3) Capacità economico-finanziaria e tecnico-professionale (pag. 18) si chiede di sapere:
a)cosa si intende per “valore annuo di bilancio”, a cui devono essere riferite le entrate correnti di cui al punto 1.;
b)se gli importi e i numeri di cui ai punti da 1 a 3 sono da intendersi quale totale per il triennio o per ciascun singolo anno (2012-2013-2014).

4)con riferimento all’Allegato 2 al Disciplinare, si chiede di sapere cosa si intende per  “assistenza nella partecipazione ad esperienze o logiche innovative di mercato delle idee, in ambito nazionale o internazionale” (lettera c) punto 6.).

5)con riferimento agli artt. 6 (Rilascio Fideiussioni) e 24 (Eventuali Anticipazioni di Cassa) del Capitolato Tecnico, si chiede di conoscere le norme di legge o regolamentari sulla cui base individuare il limite annuo di indebitamento a breve termine dell’Università, ovvero, in mancanza, come viene stabilito il limite massimo di anticipazione di cassa richiedibile, nonché se in tale limite è da intendersi ricompreso o meno anche l’eventuale utilizzo sotto forma di fideiussioni o altri crediti di firma di cui all’art.6 del Capitolato stesso;

6)con riferimento all’art. 3 (Modalità di svolgimento del servizio), comma 5, del Capitolato Tecnico, si chiede di conoscere le Fondazioni Universitarie attualmente in essere alle quali l’Università potrà estendere in servizio; si richiede, inoltre, conferma se in tale estensione sono da intendersi ricompresi gli impegni per rilascio fideiussioni (art. 6) e art. 24 (Eventuali anticipazioni di cassa) e, in tal caso, come individuare il limite massimo di tali impegni;

7)con riferimento all’art. 8 (Caratteristiche del servizio) del Capitolato Tecnico, si chiede di conoscere se i locali per lo svolgimento del servizio di cassa vengano messi a disposizione con contratto di locazione o di comodato e, in tal caso, a titolo oneroso o a titolo gratuito (salvo le spese a carico dell’Istituto Cassiere specificatamente indicate nell’articolo sopra richiamato).

 Infine, salvo errori, non ci risultano fra gli allegati le planimetrie dei locali di Via Orazio Raimondo, 18 – Roma, come previsto dall’art. 5 del Disciplinare.
 

Risposte: 

1)si conferma che l’ammontare della fideiussione definitiva dovrà essere pari al 10% dell’importo di cui all’art.1 del Disciplinare di gara;

2)si comunica che per mero errore materiale è stata riportata all’art. 10) lettera A) del Disciplinare di gara la durata esennale dell’affidamento che deve invece intendersi come descritto agli artt. 1 e 2 del Disciplinare medesimo in cinque anni;


3) 
a)Il valore degli accertamenti delle entrate correnti;

b) gli importi da 1 a 3 sono riferiti al triennio rilevato;

4)riguarda un’attività  di veicolazione, per il tramite di canali propri dell’Istituto, verso il mondo imprenditoriale delle potenzialità innovative generate in Ateneo, anche ad opera di studenti;

5)l’Ateneo non ha disciplinato l’adozione di un limite annuo massimo di indebitamento a breve termine, stante il fatto che ad oggi non si è mai reso necessario il ricorso all’anticipazione  di cassa;

6)l’affidamento in questione è riferito esclusivamente al servizio di tesoreria dell’Università;

7)l’utilizzo dei locali indicati in pianta si riferiscono ad ambienti presenti nell’edificio che ospita attualmente il rettorato e lo stesso verrà disciplinato da idoneo contratto di comodato con i vincoli di cui al richiamato art. 8 del Capitolato tecnico.

 


Il Responsabile del Procedimento
Dott.ssa Raffaella Pernazza