Maggio-Giugno Cultura e Società

Leggi gli articoli selezionati nei mesi di Maggio-Giugno 2016

Workforce skills and innovation

di Phillip Toner

Fonte: http://www.oecd.org/

Questo documento dà una definizione di competenza della manodopera alla luce della teoria neoclassica sul capitale umano, secondo il bisogno di innovazione delle economie sviluppate e di valorizzazione e sfruttamento delle risorse umane.

Consulta l’articolo:

http://www.oecd-ilibrary.org/docserver/download/5kgk6hpnhxzq.pdf?expires=1467120458&id=id&accname=guest&checksum=8AA597D0207044B1373A3557A7D

 


 

Fonts and cities: a love story

Fonte: The Economist, 27 Giugno

 

Anche la segnaletica disegna il paesaggio urbano. I caratteri tipografici delle indicazioni che ci guidano dentro la città sono l’impronta della geografia metropolitana che ricostruiamo nella nostra mente, e capita che il restauro di questi marchi distintivi venga paragonato al ritocco della Monna Lisa.

Consulta l’articolo:

http://www.economist.com/blogs/prospero/2016/06/design

  


 

 

Three-word phrases – and a map- can find anyone anywhere

di Margaret Thodes

Fonte: Wired, 30 Giugno

 

 Secondo le Nazioni Unite, il 70 per cento del mondo non ha un indirizzo. Alcune compagnie si occupano di creare indirizzi sulla base di codici alfanumerici per coloro che vivono in posti indistinti come gli slum di Calcutta o la Liberia.

 Consulta l’indirizzo:

http://www.wired.com/2016/06/startup-wants-replace-address-three-word-phrase/

 


 

A house of the future you might actually want to live in

di Sam Lubell

Fonte: Wired, 28 Giugno

 

 Il padiglione britannico della Biennale di Architettura di Venezia presenta quest’anno un concetto di casa basato sul tempo, per persone che vivono precariamente e costantemente in movimento, dividendo i loro spazi in una sistemazione comune transitoria ed economica.

Consulta l’articolo:

http://www.wired.com/2016/06/house-future-someone-might-actually-want-live/#slide-1

 


 

 

A tragic split

Fonte: The Economist, 24 Giugno

 

 

Dopo il voto a favore di Brexit, per mantenere le promesse dei Leave di porre un freno all’immigrazione, la Gran Bretagna non riuscirà a massimizzare la ricchezza portata dai nuovi contributori. L’opzione alternativa, se vuole godere del benessere dell’eurozona, è permettere la libera circolazione delle persone.

Consulta l’articolo:

http://www.economist.com/news/leaders/21701265-how-minimise-damage-britains-senseless-self-inflicted-blow-tragic-split

 


 

The crisis next door

di Bill Cannon

Fonte: Scientific American, 26 Aprile

La dipendenza da eroina è un problema epidemico, ora trattato dai farmaci, e la chimica è diventata una nuova forma di dipendenza che coinvolge meccanismi di adattamento cerebrali, funzioni cognitive, processi emozionali. 

Consulta l’articolo:

file:///C:/Users/caporoberta/Downloads/SACustomMedia-ItsChemistryNotCharacter.pdf

 


 

The dream-world of “Don’t Hug Me I’m Scared”

Fonte: The Economist, 20 Giugno 2016

 

In Internet imperversa la serie di corti animati “Don’t hug me I’m scared”. Mimano la imbecillità dei media che insegnano ai bambini come guardare il mondo, e anche noi diventiamo minori, cui spiegare cosa è il tempo o la creatività, che diventa un imperativo da parodiare della nostra era.

Consulta l’articolo:

http://www.economist.com/blogs/prospero/2016/06/internet-film-making

 


 

The Supreme Court weakens the guarantee against unreasonable searches

Fonte: The Economist, 20 Giugno

La Corte Suprema degli USA si è divisa in una discussa decisione sulla “regola esclusoria”, che vieta alla polizia di ottenere prove di un reato in violazione delle libertà civili, in un caso in cui una circostanza interveniente ha interrotto il collegamento tra la condotta incostituzionale della polizia e la prova così prodotta.

Consulta l’articolo:

http://www.economist.com/blogs/democracyinamerica/2016/06/green-light-police

 


 

Divided we fall

Fonte: The Economist, 18 Giugno

Nonostante la retorica sul libero mercato dei Leave, la vittoria del nazionalismo economico e della xenofobia segnerebbe una sconfitta per l’ordine liberale dell’Occidente. L’UE non è un iceberg burocratico che minaccia la sovranità degli Stati, ma una bilancia politica su cui la Gran Bretagna ha un ruolo decisivo.

Consulta l’articolo:

http://www.economist.com/news/leaders/21700637-vote-leave-european-union-would-diminish-both-britain-and-europe-divided-we-fall?spc=scode&spv=xm&ah=9d7f7ab945510a56fa6d37c30b6f1709

 


 

The odd, award-winning migration movie “Fire at Sea”

Fonte: The Economist, 9 Giugno

 

In “Fuoco ammare”, nell’isola di Lampedusa, dove la vita e i giochi dei bambini scorrono immobili, l'Europa prepara il suo futuro. Parafrasando le parole di un ragazzo nigeriano, accogliere i migranti è un rischio, perchè vivere è un rischio, ma Lampedusa fa la sua scommessa.

Consulta l’articolo:

http://www.economist.com/blogs/prospero/2016/06/documentary-film

 


 

How they made The Neu Jorker, a parody so perfect it’s scary

di Charley Locke

Fonte: Wired, 16 Giugno

 

“The Neu Jorker” è sin dal titolo  così mitteleuropeo una raffinata parodia del “New York Times”, in una forma che impedisce di distinguere il reale dal fake, sovraccarica ed elaborata nella sintassi,  riproducendo i pezzi originali con una esattezza  assurda.

Consulta l’articolo:

 http://www.wired.com/2016/06/the-neu-jorker-perfects-parody/

 


 

 

Ripe for reassessment

Fonte: The Economist, 11 Giugno

 

Inizia in Cina un anno di esposizioni in tutto il mondo su Robert Rauschenberg, il pittore che prefigurò la pop-art più di Andy Wahrol, sfidando i canoni dell’ arte del suo tempo attraverso l’uso di differenti mezzi espressivi.

Consulta l’articolo:

http://www.economist.com/news/books-and-arts/21700367-year-robert-rauschenberg-exhibitions-begins-beijing-next-week-ripe

 


 

Born to be Wilde

Fonte: The Economist, 11 Giugno

 

 

Dopo che tutto è stato detto sulla vita di Oskar Wilde, il  nuovo libro di Emer O’Sullivan “The Fall of the House of Wilde”, scopre che alla sua famiglia, e in particolare alla madre Jane, si deve la formazione dell’esteta e pensatore indipendente.

 Consulta l’articolo:

http://www.economist.com/news/books-and-arts/21700361-oscar-wilde-came-wild-and-eccentric-family-born-be-wilde

 


 

 

Straight and crooked thinking

Fonte: The Economist, 11 Giugno

 

Le malattie psicosomatiche, per le quali non si riesce a trovare una causa, sono comuni e costano una fortuna ai sistemi sanitari, eppure i manuali di medicina le relegano nelle note. La ricerca sul tema è ancora considerata stravagante.

Consulta l’articolo:

http://www.economist.com/news/books-and-arts/21700362-more-imaginative-response-psychosomatic-illness-may-be-beneficial-straight-and


 

What makes “Star Wars” so great?

Fonte: The Economist, 8 Giugno

 

Cass Sunstein della Harvard Law School in “The world according to Star Wars” cerca di spiegare perchè Star Wars influenza la nostra vita quotidiana, anche quando non lo abbiamo visto, e il suo successo leggendario per più di una generazione pur affrontando temi non facili .

Consulta l’articolo:

http://www.economist.com/blogs/prospero/2016/06/film-phenomena

 


 

Rap puts new verve into verbs and vocabulary

Fonte: The Economist, 10 Giugno

 

L' esibizione in Turchia il 4 Giugno di una band tedesca di musica hip-hop, gli Einshoch6, dimostra che la musica rimane una valida forma di dialogo, quando altre relazioni sono rotte, mentre il rap è un utile strumento linguistico che riesce a giocare con l’eredità classica della poesia e della musica.

Consulta l’articolo:

http://www.economist.com/blogs/prospero/2016/06/learning-german-hip-hop

 


 

Between Bentonville and Bezos

Fonte: The Economist, 4 Giugno

Walmart, il più grande rivenditore al mondo di commercio al dettaglio, è messo in discussione da Amazon, anche se le due compagnie offrono utilità differenti, risparmio di denaro l’una, di tempo l’altra. Nell’era di Amazon, i consumatori continuano a dare la caccia a merci materialmente presenti.

Consulta l’articolo:

http://www.economist.com/news/leaders/21699913-lessons-two-giants-american-retailing-between-bentonville-and-bezos


 

The Supreme Court will hear two death-penalty appeals

Fonte: The Economist, 7 Giugno

 

 Due casi presentati al cospetto della Corte Suprema degli Stati Uniti evidenziano l’assurdità propria dell’applicazione della legge nelle sentenze capitali, al di là della manifesta ingiustizia del caso singolo e dell’incredibile.

 Consulta l’articolo:

http://www.economist.com/blogs/democracyinamerica/2016/06/messing-texas

 


 

 

Home of the brave

Fonte: The Economist, 4 Giugno

La Tate Modern’s Gallery,  non solo spazio artistico ma anche luogo di incontro e di convivialità nella città, creò a Londra con la sua collezione permanente in anticipo sui tempi un vero e proprio appetito per l’arte contemporanea, dispiegando la sua influenza con una proliferazione di movimenti artistici, mercanti d’arte e gallerie, anche all’estero.

Consulta l’articolo:

http://www.economist.com/news/books-and-arts/21699887-it-all-started-tate-modern-home-brave


 

The British Medical Association prepares to revisit its opposition to assisted dying

Fonte: The Economist, 30 Maggio

Nonostante la chiara posizione dell’Associazione dei Medici britannici contro la legalizzazione della morte assistita, ogni anno dal 2003 vengono presentati al Parlamento inglese dei progetti di legge che sono sempre stati bocciati, ma si pensa che le cose cambieranno.

Consulta l’articolo:

http://www.economist.com/news/international/21699714-most-british-doctors-want-change-position-looks-unlikely-british-medical

 


 

 

The charms of Twitterature

Fonte: The Economist, 30 Maggio

Le nuove tecnologie come Twitter danno spazio a una estetica in cui la tanto derisa brevità  può diventare poesia. E’ nata una vera e propria twitterature, composta naturalmente su smartphone, nella forma di aforismi nietscheiani, ma con uno Zeitgeist irriverente e da terzo millennio. Evidentemente, anche Twitter appartiene all’intelligenza umana.

Consulta l’articolo:

http://www.economist.com/blogs/prospero/2016/05/aphorisms-internet-age

 


 

Name, date of birth, migration background

Fonte: The Economist, 28 Maggio

Ogni Stato ha il suo metodo di raccolta dei dati sulle origini razziali dei propri cittadini e ogni metodo presenta i suoi problemi, ma il sistema di classificazione tedesco, che nonostante la consolidata multietnicità della Germania, distingue coloro che hanno un background di migrazione, dai cittadini definiti “biodeutsch”, è veramente controverso.

Consulta l’articolo:

http://www.economist.com/news/europe/21699473-all-ways-european-countries-classify-ethnicity-germanys-may-be-worst-name-date

 


 

 

Should we retain the right to feel unhappy at work?

Fonte: The Economist, 25 Maggio

Come la Familistère di Godin, la costruzione che realizzò l’utopia socialista di Fouriers, gli uffici delle più grandi multinazionali rappresentano un mondo in cui il lavoro è associato al gioco, ma con la differenza fondamentale  che la Familistère era uno spazio domestico separato dal lavoro, ed oggi non lo è più.

Consulta l’articolo:

http://www.economist.com/blogs/prospero/2016/05/new-utopias

 


 

The Supreme Court cracks down on racist prosecutors

Fonte: The Economist, 23 Maggio

 

 

La Corte Suprema degli USA si è trovata ad affrontare  una questione di fatto nella decisione Foster/Chatman, esaminando il procedimento di selezione della giuria, composta esclusivamente da bianchi, scelti in modo illecito e determinati da pregiudizi razziali, nel processo di un uomo nero condannato a morte per omicidio.

Consulta l’articolo:

http://www.economist.com/blogs/democracyinamerica/2016/05/juries-and-racial-bias

 


 

Prevailing winds

Fonte: The Economist, 21 Maggio

Anche in linguistica ci si divide in liberali e conservatori. I liberali descrivono lo stato reale di una lingua, i conservatori prescrivono come dovrebbe essere usata. La quérelle sull’uso della lingua può essere superata trovando la regola giusta nei data –base disponibili  di testi  scritti, e osservando la lingua parlata.

Consulta l’articolo:

http://www.economist.com/news/books-and-arts/21699107-usage-wars-are-coming-end-and-good-sense-winning-prevailing-winds

 


 

 

Italy’s biggest bank starts looking for a new boss

Fonte: The Economist, 25 Maggio

Alla notizia delle dimissioni del presidente Ghizzoni le azioni di Unicredito sono salite, ma le chance di rimettere in carreggiata la banca dipendono dalla scelta del nuovo capo e dalla sua corporate governance, divisa tra gli interessi di investitori istituzionali e l’influenza di fondazioni locali .

Consulta l’articolo:

http://www.economist.com/news/finance-economics/21699422-unicredits-chief-executive-resigns-italys-biggest-bank-starts-looking-new

 


 

He can, Carney

Fonte: The Economist, 21 Maggio

Il governatore della Banca di Inghilterra è stato accusato di aver compromesso l’indipendenza della banca dichiarando che un voto a favore di Brexit porterebbe la Gran Bretagn aa una “recessione tecnica” e alla destabilizzazione dei mercati, ma la verità è che gli investitori preferiscono la trasparenza all’occultamento dei rischi.

Consulta l’articolo:

http://www.economist.com/news/britain/21698877-governor-right-intervene-debate-over-europe-he-can-carney

 


 

In the heat of the sun

Fonte: The Economist, 14 Maggio

 

In occasione del 50° anniversario della morte di Mao, The Economist presenta due libri sul “terrore rosso” della Rivoluzione Culturale, che non fu solo l’aberrazione di un uomo o di alcuni criminali rimasti impuniti, ma rivelò le pecche della regola comunista.

Consulta l’articolo:

http://www.economist.com/news/books-and-arts/21698632-how-maos-call-disorder-under-heaven-tore-china-asunder-heat-sun


 

 

Bridges versus borders

Fonte: The Economist, 14 Maggio

“Connectography: Mapping the Future of Global Civilisation” di Parag Khanna è un libro che disegna la mappa del mondo globalizzato attraverso le linee delle reti di trasporto e distribuzione delle merci.“Connectography” vuole mostrare come è connesso il mondo ma forse è una visione troppo ottimista.

Consulta l’articolo:

http://www.economist.com/news/books-and-arts/21698630-how-capitalism-reshapes-geography-bridges-versus-borders

 


 

The gender pay gap persists almost everywhere

Fonte: The Economist, 13 Maggio

Da un’ indagine che ha esaminato ottomila lavoratori in 33 Paesi il gender gap nelle retribuzioni è dovuto alla carenza di donne in ruoli dirigenziali. Allo stesso livello e mansione esercitata all’interno della stessa compagnia, gli uomini sono sempre avvantaggiati, eccetto che negli Emirati Arabi.

Consulta l’articolo:

http://www.economist.com/blogs/graphicdetail/2016/05/gender-pay-gap-0


 

 

Europe names a Slovak to tell the world about liberty of thought

Fonte: The Economist, 13 Maggio

L’Unione Europea ha nominato come “ambasciatore per la promozione della libertà e della fede al di fuori dell’Unione Europea” Jan Figel, capo del partito Cristiano Democratico in Slovacchia. La scelta di un politico cattolico non è stata un caso.

Consulta l’articolo:

http://www.economist.com/blogs/erasmus/2016/05/eu-and-religious-freedom


 

 

Is Britain safer in the European Union than outside it?
Fonte
The Economist, 14 Maggio


L’appartenenza all’Europa è importante anche per la sicurezza e la difesa dell’Inghilterra e dello stesso continente. L’Europa per motivi geopolitici ha allargato la sua politica estera, ed è diventata un elemento chiave della difesa e sicurezza di tutto l’Occidente.

Consulta l’articolo: 
http://www.economist.com/news/britain/21698629-brexit-would-leave-britain-isolated-and-insecure-britain-safer-european-union


Exterminate the foreign names

Fonte: The Economist, 7 Maggio

Una determinazione del Consiglio di Stato cinese  ha stabilito che i nomi di luogo occidentali saranno eliminati in quanto danneggiano la sovranità e la dignità culturale nazionale. La misura che intende mette fine alla architettura “strana”preoccupa gli architetti occidentali che hanno prosperato in Cina.

Consulta l’articolo: 
http://www.economist.com/news/china/21698293-xi-jinpings-latest-purge-exterminate-foreign-names


Fighting for our future

Fonte: Science, 6 Maggio

Lo scorso Marzo a Washington si è svolto l’Environmental Film Festival, che ha presentato 14 film sulla Terra e i problemi ambientali, e sul ruolo svolto dalle istituzioni e dalle comunità e dalle aree protette nella sua conservazione e protezione.

Consulta l’articolo: 
http://science.sciencemag.org/content/352/6286/648.full


Safety is more important than privacy

di Ron Iphofen

Fonte
: Times Higher Education, 28 Aprile

 

 

In un’epoca segnata dal terrorismo, il diritto alla privacy deve essere sacrificato alle esigenze di sicurezza, e del resto la privacy non è garantita del tutto nell’era tecnolocica. Il problema è se i benefici di una minore privacy superano i danni.

Consulta l'articolo:
https://www.timeshighereducation.com/features/safety-is-more-important-than-privacy


Romance of the three quarters

Fonte: The Economist, 23 Aprile

Gli analisti guardano con scetticismo la ripresa dell’economia cinese e in particolare del settore immobiliare, dopo le preoccupazioni di inizio anno sulla svalutazione dello yuan e del mercato azionario. Ora il problema è in che modo la ripresa influenzerà la politica monetaria in America.

Consulta l'articolo: 
http://www.economist.com/news/finance-and-economics/21697261-if-recent-pattern-holds-chinas-latest-upturn-will-be-short-lived-romance


How to measure prosperity

Fonte: The Economist, 30 Aprile

 

Per misurare correttamente la prosperità di un Paese, il PIL deve essere attualmente integrato con altri indicatori statistici, provenienti in particolare dal mercato on line, tenendo conto della qualità dei servizi e del capitale immateriale.

Consulta l'articolo: 
http://www.economist.com/news/leaders/21697834-gdp-bad-gauge-material-well-being-time-fresh-approach-how-measure-prosperity


Law, not culture, is Europe’s answer to Islam, a pundit says

Fonte: The Economist, 29 Aprile


I principi universali del diritto sono inclusivi , e il sistema basato sulla regola giuridica rappresenta l’unica dimora in cui possono essere accolti i nuovi cittadini islamici, senza necessità di erigere muri, e senza parlare di scontro di civiltà.

Consulta l'articolo: 
http://www.economist.com/blogs/erasmus/2016/04/europe-religion-and-geopolitics


 

English becomes Esperanto

di Johnson

Fonte: The Economist, 23 Aprile

 

Nonostante la parità formale di tutte le lingue europee, l’inglese è la prima lingua d’uso delle istituzioni europee , e continuerà ad esserlo nella sua forma “europeizzata”anche se il Regno Unito lascerà l’Europa.

Consulta l'articolo:

http://www.economist.com/news/books-and-arts/21697210-institutions-european-union-will-still-speak-kind-english-if-britain

 


 

 

Terrorism and migration seen as world’s top challenges

di Nick Holdsworth

Fonte: University World News, 28 Aprile

Uno studio umanitario ha mostrato che l’opinione pubblica conosce ma non riesce a percepire il dramma della realtà dei rifugiati. L’educazione terziaria può servire a rendere il mondo più cosciente di quanto sta accadendo, sulla base della conoscenza della storia, utile a prevenire futuri conflitti e genocidi.

Consulta l'articolo: 
http://www.universityworldnews.com/article.php?story=20160427192