Visita a 'Tor Vergata' del Presidente della Repubblica del Camerun S. E. Paul Biya

Si è tenuta nel pomeriggio l'incontro all'Università di Roma "Tor Vergata" del Presidente della Repubblica del Camerun S. E. Paul Biya , con lo scopo di rafforzare la cooperazione interuniversitaria tra l’Italia e il Camerun. La visita del Presidente della Repubblica, della consorte Chantal Biya e di una numerosa delegazione governativa tra cui il Ministro dell’Insegnamento Superiore, Jacques Fame Ndongo, sottolinea l’importanza delle università (pubbliche e private) come leva di sviluppo del Camerun. La visita e l’incontro nel marzo 2016 all’Università di Yaoundé del Presidente Sergio Mattarella ha facilitato il rafforzamento dei legami culturali e universitari tra l’Italia e il Camerun, nell’ambito del rinnovato interesse dell’Italia e dell’Europa per l’Africa.

L’incontro, organizzato a Tor Vergata dalla Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (CRUI), ha avuto due momenti diversi: il primo di riconoscimento di quanto fatto negli oltre 30 anni di governo dal Presidente Paul Biya nei settori della Cultura e dello sviluppo universitario. Tale riconoscimento si è esemplificato nella consegna della Medaglia d’Oro, la più grande onorificenza della CRUI, al Presidente Paul Biya, e di cui il Prof. Vittorio Colizzi, direttore della cattedra UNESCO all’Università di Roma Tor Vergata, ha illustrato la motivazione per le grandi azioni realizzate dal Presidente Biya per la Culture e lo sviluppo universitario. Un secondo momento, successivo alla cerimonia presidenziale, ha visto assieme in riunione il Ministro dell’Insegnamento Superiore del Camerun e i rettori italiani e camerunesi attivi nelle collaborazioni interuniversitarie. Il documento di cooperazione tra la Conferenza dei Rettori delle Università italiane e le Università del Camerun è stato discusso e firmato con lo scopo di migliorare la cooperazione, passando da fasi pilota o di esperienze occasionali a forme di collaborazione strutturate, come per esempio l’attivazione di corsi comuni o di diplomi riconosciuti dai due paesi.

L’intervento del Presidente della Repubblica del Camerun S. E. Paul Biya, è stato incentrato sulla “conferma dei legami tra i nostri due Paesi, con particolare interesse non solo alla cooperazione negli studi, ma anche al legame pratico nell’assistenza in altri campi, come ad esempio l’ingegneria, per un approccio interdisciplinare con ricadute positive sulla società”. “Inoltre, abbiamo il fermo proposito – ha proseguito Sua Eccellenza – di poter permettere l’accesso degli studenti camerunensi in Italia in condizioni di massimo favore”.

A parlare anche il presidente della Crui, prof. Gaetano Manfredi, che ha legittimato gli accordi di collaborazione con il Camerun sottolineando con forza “l’importanza di consolidare ed estendere gli accordi già esistenti, in un’ottica di cooperazione sempre più profonda”.
“Sono particolarmente felice per la visita di Sua Eccellenza – ha dichiarato il rettore dell’Università di Roma “Tor Vergata”, prof. Giuseppe Novelli – La collaborazione può e deve essere interattiva e bilaterale. Oggi abbiamo gli strumenti per effettuare scambi e corsi online e tecnologie che ci consentono di cooperare a più livelli”.