Firmato protocollo di intesa tra Università "Tor Vergata" e Regione Lazio

Il Rettore dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Prof. Giuseppe Novelli, e il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, hanno sottoscritto questo pomeriggio il nuovo Protocollo di Intesa sul Policlinico Tor Vergata (PTV), avviando di fatto il percorso di riconoscimento dell’ente come IRCCS – Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico.

L’accordo interviene a un anno di distanza dalla preintesa del 13 luglio 2016 tra l’Università e la Regione, e pone le basi per un innovativo sistema di cooperazione istituzionale tra i settori della ricerca e della didattica e quello dell’assistenza, affrontando le molteplici questioni sul campo, dal superamento della sperimentazione gestionale al potenziamento dell’emergenza urgenza, dai rapporti con il personale universitario sino agli aspetti economici e patrimoniali dell’integrazione tra università e SSR.

“Oggi abbiamo sottoscritto un accordo importante e atteso da troppo tempo – ha spiegato il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti – un protocollo che mette ordine in una materia di fondamentale importante come quella che regola i rapporti tra la Regione Lazio e i Policlinici Universitari.
L’università di “Tor Vergata” rappresenta un grande eccellenza nel panorama della sanità e della ricerca. Era dunque fondamentale regolamentare le modalità di collaborazione tra Università e Regione proprio perché a giovarne saranno didattica, ricerca, formazione e soprattutto la tutela della salute pubblica”. 

“Con l’intesa di oggi si chiude un’epoca e si pongono finalmente le basi per una regolazione attenta e innovativa dei rapporti tra mondo universitario e sanità, che mette al centro la tutela del cittadino e il suo benessere, grazie alla sinergia tra ricerca scientifica e prestazione assistenziale – ha dichiarato il Rettore dell'Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Giuseppe Novelli.
Occorre già da ora guardare oltre: la prossima importante meta che abbiamo dinanzi, ovverosia il riconoscimento dell’ente come IRCCS, consentirà di certificare definitivamente il grande valore delle risorse professionali che si dedicano costantemente a fare del PTV un’eccellenza, e la lungimiranza di tutte le amministrazioni coinvolte nella complessa operazione, Regione, Università e Ministeri, che hanno costantemente creduto in tale valore.
Rispetto ai risultati di oggi, alle prime va il mio immediato ringraziamento per la pazienza che hanno saputo infondere nell’attesa; alle seconde per la fiducia con cui hanno condotto l’operazione nei passaggi meno semplici”.