Uso di derivati del 7-nitro-2,1,3-benzossadiazolo per la terapia di forme tumorali

Inventori: A.Caccuri, G. Ricci

Descrizione del brevetto:

Il brevetto si riferisce all’invenzione di nuovi potenziali agenti antitumorali a struttura benzodiossazolica (piccole molecole organiche di sintesi) in grado di inibire la famiglia enzimatica delle Glutatione-S-Transferasi (GST), attraverso l’inibizione di alcuni componenti della famiglia delle MAP Kinasi, come JNK (c-Jun N-terminal Kinase) e TRAF2 (TNF receptor-associated factor 2) che, fisiologicamente, presiedono a processi di apoptosi. GST è overespresso nelle cellule tumorali ed è considerato responsabile della resistenza delle cellule neoplastiche a chemioterapici correntemente in uso nel trattamento di molti tumori. Le molecole descritte nell’invenzione, e in particolare il composto preferito, sono in grado, attraverso la formazione di un complesso con un’isoforma delle GST (GSTP1), di indurre la dissociazione dei complessi GSTP1-TRAF2 e GSTP1-JNK con conseguente avvio dei processi biologici che portano alla morte delle cellule tumorali mediante apoptosi. Inoltre l’attivazione del pathway biologico delle MAPK è considerato importante per il trattamento di tumori scarsamente responsivi ai chemioterapici tradizionali.

Viene proposto l’uso di nuovi inibitori di GST sia come agenti singoli che in combinazione con chemioterapici per il trattamento di varie forme tumorali e per il superamento del fenomeno della farmaco-resistenza.

L’efficacia di queste molecole è stata dimostrata in vitro su diversi tipi di neoplasie umane come leucemia, carcinoma polmonare a piccole cellule, osteosaecoma, mesotelioma e melanoma. L’efficacia è stata anche dimostrata in vivo in diversi modelli di melanoma umano e murino. Le molecole sono somministrate sia per via orale che endovenosa (vedi secondo brevetto) e sono risultate efficaci a dosi prive di effetti tossici.

Scarica la scheda di dettaglio