DipIngCivile - L'attività in Abruzzo nelle zone colpite dal sisma

Nell'ambito dell'attività coordinata dalla Protezione Civile Nazionale, alcune squadre, composte da docenti e dottorandi del Dipartimento di Ingegneria Civile della Facoltà di Ingegneria dell'Università di Roma "Tor Vergata" stanno partecipando all'attività di verifica di edifici situati nelle zone colpite dal sisma del 6 Aprile. L'attività riguarda, per ogni edificio esaminato, la redazione di una scheda di danno che porta alla definizione di un giudizio di agibilità. Le squadre di verificatori devono quindi valutare se l'edificio può essere subito agibile, se può essere agibile con provvedimenti o inagibile. Oggetto delle prime verifiche sono state le abitazioni private, vista l'urgenza di stabilire quante persone possano rientrare nelle abitazioni con un adeguato livello di sicurezza. Un'altra importante attività ha riguardato la verifica degli edifici scolastici in previsione della riapertura delle scuole il 20 aprile. Grazie al contributo delle squadre provenienti da molte università italiane, quasi la totalità degli edifici scolastici è stata sottoposta a valutazione permettendo la riapertura di tutte le scuole risultate agibili. L'attività sta proseguendo sugli edifici residenziale, sia a L'Aquila che nei comuni limitrofi, anche se gran parte del lavoro è stato completato.
La situazione al 18 aprile, su circa 6000 edifici esaminati, riporta una percentuale di agibilità del 57% ed una agibilità condizionata a provvedimenti del 21%. Quasi il 70% per cento degli edifici potrà quindi essere presto reso agibile.

Roma, 23 aprile 2009

Allegati