Chiarimento n. 4

(Data ultima modifica: 04/10/2019, Data pubblicazione: 04/10/2019, Autore: Scilla Gentili)
 
Procedura aperta per l'affidamento del servizio di derattizzazione e disinfestazione degli edifici dell'Università degli Studi di Roma Tor Vergata
 

In relazione all'appalto di cui al titolo, è pervenuta da parte di una Società la seguente richiesta di chiarimento:

Quesito:
Premesso che nel Disciplinare di Gara, all'art. 7) - REQUISITI DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA, al punto 14, viene testualmente richiesto "certificazione SA 80000 2008 rilasciata da soggetti accreditati in corso di validità alla scadenza del termine per la presentazione........omissis"

Preso atto che la certificazione Social Accountability 8000 è un modello gestionale che si propone di garantire il comportamento etico delle organizzazioni che lo adottano;

Tenuto conto che detta certificazione individua le performance aziendali nelle seguenti 8 categorie di requisiti relative all'impiego dei lavoratori:

1) Lavoro infantile;
2) Lavoro obbligato;
3) Salute e sicurezza sul lavoro;
4) Libertà di associazione e diritto alla contrattazione collettiva;
5) Discriminazione;
6) Pratiche disciplinari;
7) Orario di lavoro;
8) Retribuzione

Considerato che le imprese partecipanti, ancorché sprovviste della certificazione di cui trattasi, per poter essere ammesse devono sottoscrivere dichiarazioni di responsabilità, principalmente di cui ai punti nn. 1-2-3-4-5-10- e che devono essere in possesso della certificazione UNI EN ISO 9001 edizione 2008, richiesta al punto 13 del medesimo articolo;

Considerato inoltre che il possesso dei requisiti sopra menzionati ricalca ad abbundantiam e va ben oltre le citate performance, in quanto tutte ricomprese nel D.Lgs. 163/2006 e s.m.i., nel D.Lgs. 231/2001 sulla responsabilità amministrativa, nel D.Lgs 81/2008 sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, nella legge 383/2001 sul lavoro sommerso, nella legge 68 sul collocamento dei disabili; ed inoltre sulle pari opprtunità e discriminazioni razziali, sulla regolarità del pagamento dei contributi assicurativi e assistenziali, sulla regolarità dell'applicazione dell'orario di lavoro, della retribuzione, sull'applicazione del Codice Disciplinare Aziendale, sulla libertà di associazione in OO.SS e/o associazioni similari CRAI e quant'altro garantito dalla applicazione del C.C.N.L.di categoria, contratto specificatamente richiesto dalla Stazione Appaltante;

Preso infine atto che, in buona sostanza, la certificazione SA 8000 2008 è un quid minus della ben più esigente, garantista, universalmente richiesta CERTIFICAZIONE UNI EN ISO 9001 edizione 2008, in quanto soddisfa in modo più dettagliato, organico ed accertato da Enti di Certificazione accreditati con ormai una esperienza ultradecennale,

Si chiede:
1) Di conoscere le motivazioni che hanno indotto codesta la Stazione Appaltante ad inserire, pena l'esclusione, il possesso della più volte citata certificazione SA 8000 2008 nei Requisiti di partecipazione alla gara;
2) Di considerare il fatto che la certificazione SA 8000 2008 è praticamente quasi totalmente sconosciuta alla gran parte delle aziende del settore e che, di conseguenza, restringerebbe moltissimo il numero delle imprese partecipanti esponendo codesto Ente al rischio di mandare deserta la procedura;
3) Di accogliere le argomentazioni poste da questo Consorzio e procedere alla modifica del Disciplinare di gara, omettendo in toto il punto 14 dai requisiti di partecipazione;
4) Di inserire, in subordine, il possesso della certificazione SA 8000 2008 quale elemento migliorativo da considerare nell'offerta tecnica al punto A7 della tabella.


Risposta:
La facoltà di richiedere, ai fini della partecipazione alla gara, il possesso della certificazione di qualità è generalmente riconosciuta alle stazioni appaltanti in virtù della discrezionalità che connota la loro attività, ed espressamente ammessa dall'art. 43 del D.Lgs. n. 163/2006, con l'avvertenza che sono ritenuti legittimi i requisiti richiesti dalla lex specialis che, pur essendo ulteriori e più restrittivi di quelli previsti dalla legge, rispettino il limite di logicità, della ragionevolezza e siano pertinenti e congrui rispetto all'oggetto del contratto.

Al riguardo giova ricordare che la Certificazione SA 8000 2008 è uno standard internazionale di certificazione rilasciato da terzi che è volto a coniugare i criteri di gestione aziendale con i principi di responsabilità sociale. La norma è stata promossa dalla Sai - Social Accountability International - e riguarda la soddisfazione dei previsti e specifici requisiti da parte dell'impresa interessata che ha l'obbligo, altresì, di garantire che l'intera filiera dei propri fornitori/subappaltatori rispetti i predetti requisiti.

L'Ateneo di Tor Vergata già da anni, come testimonia il precedente appalto per il servizio in oggetto che tra i requisiti prevedeva il possesso della Certificazione SA 8000 2008, ha assunto piena consapevolezza che le imprese appaltatrici debbano rendere conto non solo delle condizioni di sicurezza dei lavoratori e degli utenti del servizio stesso ma garantire, altresì, la qualità del lavoro realizzato a monte dei propri processi produttivi.

Per questo si ritiene che la certificazione SA 8000 2008 rappresenti, al pari degli altri richiesti che non assolvono però, nel modo più assoluto, ad una funzione surrogatoria dello stesso, un requisito imprescindibile per monitorare ed assicurare la qualità del lavoro dentro e a monte dei confini aziendali ed il cui possesso costituisce, pertanto, una condizione per partecipare alla gara in questione.

Per completezza di informazione si rinvia al chiarimento n. 3 riguardante la possibilità di ricorrere all'istituto dell'avvalimento per quanto concerne la certificazione in questione.

Il Responsabile del Procedimento
Dott. Giorgio Di Giorgio


StampaSu