Procedure per il trasferimento

(Data ultima modifica: 07/12/2019, Data pubblicazione: 07/12/2019, Autore: Pubblicato a cura della Redazione Web)
 
Scuole di Specializzazione di Area Sanitaria
 

Procedure per i trasferimenti

Il trasferimento è consentito unicamente tra Scuole di specializzazione della medesima tipologia e di uguale denominazione dal secondo anno in poi; è condizionato al superamento dell’esame teorico pratico di fine anno.

Il trasferimento è possibile previa verifica della capacità ricettiva della Scuola di specializzazione e condizionato al rilascio del nulla osta da parte del Consiglio della Scuola di specializzazione dell’Ateneo di appartenenza e dal Consiglio della Scuola di specializzazione dell’Ateneo ricevente.

E’ consentito solo in presenza di documentati motivi di salute o personali dello specializzando in ogni caso verificatisi successivamente alla sottoscrizione del contratto.

Se il numero delle domande di trasferimento supera il numero dei posti disponibili, viene approvata una graduatoria di merito – deliberata dal Consiglio della Scuola di specializzazione -, secondo il criterio della votazione più alta riportata negli esami sostenuti. In caso di parità, viene accolto il trasferimento dello specializzando più giovane di età.

Esclusivamente per gli specializzandi entrati in formazione specialistica nell’a.a. 2013/2014 che, a seguito dello scorrimento delle graduatorie, sono entrati in formazione specialistica in date diverse rispetto a quella indicata dal MIUR (10 dicembre 2014), la Giunta della Facoltà di Medicina e Chirurgia, nella seduta del giorno 11 febbraio 2016 ha deliberato che: “qualora le richieste di  trasferimento superino il numero di iscrivibili, le domande verranno accolte con riserva; il trasferimento verrà formalizzato nei confronti dello specializzando che per primo avrà superato l’esame teorico pratico di fine anno presso l’Università di appartenenza”.

Non sono ammessi trasferimenti in corso d’anno, salvo gravi motivi che verranno valutati –ad insindacabile giudizio-, dal Consiglio della Scuola di specializzazione.

Trasferimenti in entrata:

Lo specializzando che intende trasferirsi presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, non deve essere incorso in sanzioni disciplinari, deve presentare la domanda di trasferimento – redatta su apposito modulo da scaricare dalla sezione:
http://web.uniroma2.it - La didattica – Scuole di specializzazione - Scuole di specializzazione area sanitaria – modulistica
e consegnarla alla Segreteria delle Scuole di specializzazione di area sanitaria, entro e non oltre due mesi precedenti la scadenza del contratto di formazione specialistica/inizio dell’attività didattica per i laureati non medici.

Il trasferimento si intende concluso quando lo specializzando consegna in segreteria la domanda di iscrizione ed il bollettino della prima rata pagato.

Trasferimenti in uscita:

Lo specializzando che intende trasferirsi presso un’altra Università deve presentare la domanda di trasferimento – redatta su apposito modulo da scaricare dalla sezione:
http://web.uniroma2.it - La didattica – Scuole di specializzazione - Scuole di specializzazione area sanitaria – modulistica
e consegnarla alla Segreteria delle Scuole di specializzazione di area sanitaria, entro e non oltre due mesi precedenti la scadenza del contratto di formazione specialistica/inizio dell’attività didattica per i laureati non medici; essere in regola con il pagamento delle tasse, effettuare il pagamento dell’indennità di congedo.

Per ulteriori informazioni e chiarimenti contattare la Segreteria delle Scuole di specializzazione di area sanitaria oppure collegarsi alla sezione:
http://web.uniroma2.it - La didattica – Scuole di specializzazione - Scuole di specializzazione area sanitaria.

N.B. I trasferimenti in entrata/uscita per le Scuole di specializzazione di area non medica, saranno concessi esclusivamente se gli anni accademici di immatricolazione corrispondono.

 


StampaSu