Il progetto di restauro della Fontana dei draghi di Villa Mondragone

Il 9 Dicembre 2020 sono stati resi noti, dalla Regione Lazio, i risultati della valutazione dei progetti presentati nell’ambito del bando regionale dedicato alla “valorizzazione dei Luoghi della Cultura del Lazio”. Il progetto di restauro della Fontana dei draghi di Villa Mondragone (presentato dall’Università di Roma “Tor Vergata” con una richiesta di 239.000 euro) è tra quelli vincitori, essendo rientrato tra i primi ventuno ammessi al finanziamento su un totale di 250 domande. La Fontana dei draghi fu commissionata dal Cardinale Scipione Borghese ed eseguita negli anni 1618-21; può essere considerata uno dei manufatti d’arte e d’architettura più preziosi e significativi (in primis dal punto di vista storico) dell’intero complesso monumentale di Mondragone e dopo il restauro sarà possibile apprezzarla di nuovo nei suoi dettagli scultorei, che non hanno nulla da invidiare alle più belle fontane barocche di Roma.

Nella fase preparatoria del progetto è stato decisivo l’intervento di Gisella Cestari (architetto dell’Ufficio Tecnico dell’Ateneo), che ha lavorato in piena sintonia con il “Centro Congressi e Rappresentanza Villa Mondragone” nei mesi precedenti la scadenza del bando (aperto il 6 Maggio 2020, con scadenza il 30 Luglio successivo).

Il restauro sarà anche l’occasione di eseguire ulteriori ricerche su questa fontana, con particolare riferimento alla sua efficacia retorica nel contesto borghesiano di riferimento, attraverso tutti gli strumenti critici della storia dell’arte, a cominciare dai documenti d’archivio e dalle altre fonti primarie fino alle indagini diagnostiche che saranno eseguite sull’opera prima dell’intervento.

IL RETTORE
Prof. Orazio Schillaci