La memoria del teatro – Luca Ronconi e Roma, in mostra al Teatro Valle

Un progetto in collaborazione con l’Università di “Tor Vergata”

Il Teatro Valle da giovedì 6 maggio fino al 20 giugno, ospiterà una mostra di video e foto per omaggiare il fertile rapporto tra Luca Ronconi e la città di Roma. Un viaggio attraverso documenti che ritraggono la carriera di Ronconi, dagli esordi ai grandi successi delle sue regie.

Ad arricchire la mostra, a cura del Teatro di Roma – Teatro Nazionale, ci sarà il progetto La memoria del teatro - Ronconi e Roma”,realizzato in collaborazione con il Dipartimento di Storia, Patrimonio culturale, Formazione e Società dell’Università di Roma “Tor Vergata”, il progetto ORMETE-Oralità Memoria e Teatro e il progetto Dominio Pubblico.

La memoria del teatro - Ronconi e Roma”,vede un gruppo di studenti universitari diventare protagonisti di un lavoro laboratoriale e partecipativo fondato sulla ricerca e la raccolta delle testimonianze orali del teatro. Il laboratorio, diretto dalla professoressa Donatella Orecchia, Storia del teatro e dello spettacolo a “Tor Vergata”, coinvolge gli studenti nelle diverse fasi di lavoro, curate e coadiuvate dal Dipartimento di Storia, Beni culturali, Formazione e Società, dal progetto ORMETE e dai curatori della mostraRonconi e Roma”.

«Il progetto –come spiega la professoressa Orecchia – è partito due settimane fa e si articola in tre fasi. Un breve percorso di formazione propedeutico alla raccolta delle fonti orali, a cui seguirà una fase per l’individuazione dei testimoni, con il supporto degli uffici del Teatro di Roma, e per l’approfondimento delle tematiche attorno alle quali strutturare le interviste. La terza fase sarà quella in cui verranno realizzate le interviste - se possibile in presenza altrimenti a distanza – attenendosi alle  linee guida che l’Associazione Italiana di Storia Orale ha messo a punto durante questo periodo di pandemia. Infine, verrà effettuato un lavoro di assegnazione di metadati alle fonti e contenuti realizzati, necessario per la digitalizzazione e l’archiviazione delle interviste».  

Le interviste saranno accessibili sul portale del Progetto ORMETE www.patrimoniorale.ormete.net) a partire dalla metà/fine di giugno e saranno depositate presso l’Archivio del Teatro di Roma, dell’Istituto per i Beni Sonori e Audiovisivi di Roma e del Museo Biblioteca dell’Attore di Genova.

A cura dell’Ufficio Stampa di Ateneo