Scienze della storia e del documento a.a. 2018-2019

Corso di laurea magistrale - Accesso libero con verifica dei requisiti curriculari e dell’adeguata preparazione LM-84 (D.M. 270/04)

Lingua: Italiano, con un curriculum in inglese

Informazioni generali

o Classe: LM-84 (D.M. 270/04)
o Tipologia di corso: Magistrale
o Durata: 2 anni
o Tipo di accesso: Accesso libero con verifica dei requisiti curriculari e dell’adeguata preparazione
o Macroarea di afferenza: Area di Lettere e Filosofia
o Dipartimento: Storia, patrimonio culturale, informazione e società
o Codice corso: U12

Descrizione e obiettivi formativi

Il Corso si propone di formare studiosi in possesso di conoscenze storiche approfondite e di competenze avanzate nelle metodologie proprie della ricerca, in una prospettiva comparata, nonché delle tecniche per l'utilizzo critico e il trattamento delle fonti documentali, secondo un'integrazione di saperi propria della tradizione culturale italiana.
Il Corso prevede l'approfondimento degli studi storici dell'età medievale, moderna e contemporanea, nelle loro differenti dimensioni, compresa quella internazionale, l'economica, la storico-religiosa. Gli studi danno la possibilità di acquisire competenze disciplinari necessarie all'insegnamento nelle scuole secondarie di primo e secondo grado.
Il Corso offre 5 curricula:

  • "Public History" (o "Storia e media") fornisce allo studente la capacità di analisi dei linguaggi e delle forme di divulgazione della storia attraverso differenti mezzi espressivi (cinema e documentario, iconografia, stampa, saggistica etc.). 
  • "Storia e culture globali" vuole fornire una risposta all'attuale esigenza di conoscenze nel campo della storia globale e del dialogo interculturale; 
  • il curriculum internazionale in "European History" rilascia un doppio titolo e si svolge con prestigiose università europee nell'ambito del Consorzio Unica
  • "Medioevo Europeo" valorizza un ampio arco di discipline utili anche per l'accesso all'insegnamento; 

"Archivistica e Biblioteconomia"permette di acquisire le competenze per l'utilizzo critico e il trattamento delle fonti archivistiche e bibliografiche.

Sbocchi professionali

I laureati possono svolgere attività professionale altamente qualificata all'interno delle istituzioni con finalità culturali o che operano nel campo della ricerca storica e della gestione, tutela e conservazione dei beni culturali e, nello specifico, del patrimonio archivistico e librario, con forme sia tradizionali che tecnologicamente avanzate (biblioteche, centri di documentazione e servizi bibliografici, archivi, sovrintendenze archivistiche). Possono, inoltre: intraprendere la carriera dell'insegnamento superiore e della ricerca; svolgere attività professionali presso enti pubblici e privati, anche preposte ai servizi culturali e al recupero di tradizioni e identità locali; essere impiegati nel settore della comunicazione, nel campo del giornalismo e dell'editoria, in particolare quelli connessi alla diffusione dell'informazione e all'alta divulgazione della cultura storica e letteraria.
Tra le potenziali opportunità è inclusa la carriera dirigenziale nella pubblica amministrazione e negli enti locali e più in generale l’accesso a tutti gli ambiti professionali che esigono un'ampia e flessibile formazione culturale.

Valutazione della didattica - Studenti
Anno accademico precedente Cod. M96

Condizione occupazionale (indicatori di efficacia e livello di soddisfazione dei laureandi):
http://statistiche.almalaurea.it/universita/statistiche/trasparenza?CODICIONE=0580207300600005

Riferimenti web e contatti
Sito Web: http://www.storiaedocumenti.lettere.uniroma2.it/

Coordinatore:

Prof. Tommaso Calio’
e-mail tommaso.calio@uniroma2.it

Segreteria didattica: Sig.ra Stefania Garofalo
Tel: 06 7259 5168
E-mail: stefania.garofalo@uniroma2.it

Allegati