Scienza Orienta 2010

8 – 12 febbraio 2010 ore 10.00 - Facoltà di Scienze MM.FF.NN. – via della Ricerca Scientifica, 1 – Roma

La Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali organizza dall'8 al 12 febbraio Scienza Orienta edizione 2010, la manifestazione giunta alla sua settima edizione e che finora ha visto la partecipazione di circa diecimila studenti. Quest'anno il trend è ampiamente riconfermato: sono infatti 3mila le richieste di adesione già pervenute presso la Facoltà di Scienze. L'iniziativa è rivolta ai ragazzi che frequentano gli ultimi due anni delle scuole superiori. Il programma si aprirà ogni mattina alle ore 10:00 con conferenze che illustreranno argomenti scientifici; a seguire la pratica di laboratorio, con la presentazione di esperimenti e curiosità inerenti tutte le discipline della Facoltà. Tra le conferenze segnaliamo Tutto scorre! Come la matematica può aiutarci a capire il traffico, il movimento dei batteri e i... cartoni animati (mercoledì), L'esperimento ATLAS sull'LHC al CERN : cosa è successo al nostro Universo pochi instanti dopo il Big - Bang? (giovedì), Tu non parli...Ma io ti sento! La comunicazione non verbale nei primati (venerdì). Verrà inoltre presentata l'offerta didattica della Facoltà assieme all'esposizione di alcune tematiche della ricerca svolta nei dipartimenti. Durante la manifestazione, negli spazi dedicati alla Chimica verrà proiettato il video Giocando con la Chimica realizzato dalla classe 4B del Liceo Gullace di Roma.

Nell'ambito dell'iniziativa anche la messa in scena dello spettacolo teatrale e multimediale Il Tempo Sospeso, prevista per mercoledì 10 febbraio alle ore 11:00, presso l'Aula T8 della Facoltà.
Il tempo sospeso è quello dell'arte, quello della memoria archetipica. La prima parte dello spettacolo, attraverso rifrazioni spazio-temporali e allusioni mitologemiche, ruota intorno alla figura di Bar Hocha (Beroso il Caldeo), astronomo e matematico del III secolo a.C. e al quale si attribuisce la scoperta dell'Emiciclo e la compilazione dei tre libri dei Babyloniaka. La seconda parte propone un improbabile incontro tra Bar Hocha e Aristarco di Samo, astronomo a sua volta e ideatore della teoria eliocentrica. Il futuro di un'idea che porta a Copernico e Galileo si dispiega attraverso la danza e alla danza è legata l'idea della kore, la fanciulla che danza. Agli spettatori sarà distribuito un quaderno, "La geometria del cielo", che racconta l'unica opera di Aristarco giunta a noi. Lo spettacolo è stato realizzato dagli alunni del Liceo Gullace di Roma in collaborazione con il Centro di Ricerca e Formazione Permanente per l'Insegnamento delle Discipline Scientifiche.
In allegato il programma completo. Alcuni appuntamenti di laboratorio e lo spettacolo teatrale richiedono prenotazione. Contattare la segreteria organizzativa all'indirizzo e-mail scienza.orienta@mat.uniroma2.it oppure ai numeri tel. 06 72594809, fax 06 72594497.
http://www.scienze.uniroma2.it/

Roma, 5 febbraio 2010
Ufficio Stampa d'Ateneo
Università di Roma "Tor Vergata"
Sandro Lomonaco
Pamela Pergolini - Luigi Vespasiani
via Orazio Raimondo, 18 00173 Roma
Tel. +39 06 72592709 - 06 72592059
Fax + 39 0672593750 ufficio.stampa@uniroma2.it