Convenzione Quadro/Protocollo di intesa

partnership istituzionali, public engagement

Di seguito l’iter amministrativo che riguarda la stipula delle convenzioni quadro o dei protocolli d’intesa, intesi come accordi pattizi finalizzati a fissare condizioni generali, a cui fanno poi seguito atti specifici da stipulare in campo esecutivo:

  1. Acquisizione della lettera di intenti della controparte
    E’ in genere l’atto da cui prende il via l’iter amministrativo di stipula della convenzione quadro o protocollo d’intesa, generalmente con soggetti di diritto pubblico.
  2. Redazione del testo
    Sulla base del modello di prassi utilizzato in Ateneo, si redige un testo con la collaborazione della controparte, andando ad individuare gli ambiti, le aree di comune interesse, le finalità generali della partnership senza oneri finanziari per l’Ateneo.
  3. Presentazione della proposta agli Organi Collegiali d’Ateneo
    Terminata l’istruttoria (redazione del testo, acquisizione della lettera di intenti ed acquisizione dell’assenso della controparte al testo), la pratica viene sottoposta al Senato accademico ed al Consiglio di Amministrazione dell’Università, perché rispettivamente esprimano parere favorevole ed autorizzino la stipula della convenzione.
  4. (In caso di esito positivo) Sottoscrizione digitale della convenzione da parte del Magnifico Rettore.
  5. Invio della convenzione sottoscritta dal Magnifico Rettore alla controparte per la relativa firma digitale.
  6. Acquisizione della convenzione controfirmata.
    Una volta che la controparte ha sottoscritto la convenzione, la Divisione V- Ripartizione I rimane in attesa di ricevere l’originale della convenzione di competenza.

 

Per scaricare gli allegati vai al contenuto