Lettere a.a. 2024-2025

  • Il Corso di Laurea in 'Lettere' si propone di fornire agli studenti solide conoscenze di base negli ambiti letterario, linguistico, storico, geografico e storico­-artistico; li mette inoltre in grado di utilizzare oltre all'italiano, in forma scritta e orale, anche un'altra lingua dell'Unione Europea, e di padroneggiare strumenti e metodologie informatiche di livello primario, con particolare riferimento alle loro applicazioni in ambito umanistico.

    Le conoscenze di base sono acquisite grazie a una rosa di insegnamenti comuni a tutti gli studenti, riservati al primo e in parte anche al secondo anno di corso.

    La preparazione di base è garantita, in particolare, da insegnamenti comuni di Letteratura italiana, di Linguistica e Storia della lingua italiana, di Letteratura latina e di Geografia; l'ulteriore obbligo di sostenere un esame da 12 cfu in una delle discipline storiche di base assicura l'acquisizione della metodologia della ricerca storica.

    Una particolare cura è rivolta all'apprendimento di base e/o al perfezionamento della conoscenza delle lingue classiche, per cui sono previsti specifici laboratori che consentiranno a tutti gli studenti un accesso diretto ai testi letterari e ai documenti scritti in lingua latina e inoltre, per gli studenti interessati in particolare a un percorso di studi antichistico, anche in lingua greca.

    Le conoscenze di base negli ambiti indicati si completano e precisano tra il secondo e il terzo anno mediante una selezione differenziata di discipline a seconda del tipo di scelte formative – e, in prospettiva, del ventaglio di possibilità professionali di interesse – dei singoli studenti.

    I relativi insegnamenti sono articolati in attività formative caratterizzanti e affini.

    Obiettivi formativi specifici sono, infatti, correlati ai diversi curricula (che permettono approfondimenti in ambito archeologico, storico-artistico, letterario moderno, letterario classico, storico-geografico), mediante i quali lo studente può optare fra un livello di maggiore approfondimento di uno o più degli ambiti di base sopra indicati, oppure per una formazione di tipo umanistico più generale, sempre e comunque in correlazione con gli sbocchi professionali e lavorativi tipici della classe di laurea.

    Il percorso formativo si completa con 18 cfu di attività a scelta dello studente, una ulteriore formazione al fine dell'apprendimento di almeno una lingua straniera e la prova finale.

    Questo solido modello di formazione umanistica integrale – declinato però in modo versatile, e in parte variamente dosato fra i diversi ambiti disciplinari a seconda delle inclinazioni e delle aspirazioni lavorative di ciascuna categoria di studenti – mette a disposizione sin dalla laurea triennale una gamma di attività formative efficacemente indirizzate alle varie possibilità di sbocco nel mondo del lavoro.

  • Possono iscriversi al corso di laurea tutti gli studenti che abbiano conseguito un titolo di diploma di scuola superiore o un titolo estero equivalente.

    Le conoscenze presupposte per la frequenza del Corso di laurea sono quelle storiche, linguistiche, storico-letterarie e storico-artistiche solidamente acquisite nello studio medio superiore.

    Il regolamento didattico del Corso di studio individua il dettaglio delle conoscenze richieste per l'accesso e ne precisa le modalità di verifica.

    Tal verifica è obbligatoria,e viene svolta mediante un test d'accesso rivolto agli immatricolandi.

    In caso di esito non positivo del test, il Corso di studio delibera su eventuali obblighi formativi aggiuntivi, secondo modalità e criteri stabiliti nel regolamento didattico stesso.

  • Il Corso di Laurea triennale in Lettere ricopre l'area delle discipline linguistiche, letterarie, storiche antiche e moderne, delle scienze del territorio, dell'archeologia, della filosofia e della comunicazione multimediale.

    Articolato in cinque curricula (lettere classiche e medievali, lettere moderne, archeologia e storia dell'arte antica, storia dell'arte e storia e geografia), ha una modulazione flessibile, che consente di formare personalità con una cultura solida e variegata, atta ad affrontare ambiti lavorativi di livello intermedio nell'ambito delle istituzioni culturali, dell'editoria, della comunicazione,e nello stesso tempo consente di accedere senza debiti formativi a tutto l' ampio ventaglio di Lauree magistrali presenti nella macroarea.

    Si trattta di obiettivi peraltro favoriti da una serie di interventi mirati a consolidare la preparazione scolastica o a supplire a sue eventuali lacune, nell'ambito, soprattutto, dell'italiano e delle lingue classiche: per quest'ultime prevedendo anche uno studio ex novo, che nel corso degli anni ha dato notevoli frutti, portando dal livello zero alle lauree triennale e magistrale, al dottorato, alla professione docente o alla ricerca scientifica.

    Particolarmente efficaci i laboratori, esperienze formative di lavoro tra studenti e tra studenti e docenti, spesso in una direzione professionalizzante.

    Negli anni nei laboratori e in alcuni corsi si è intensificato lo scambio con studenti liceali che hanno preso parte attiva ai lavori insieme agli universitari.

  • Le conoscenze presupposte per la frequenza del Corso di laurea sono quelle storiche, linguistiche, storico-letterarie e storico-artistiche di norma acquisite nello studio medio superiore.

    Ai fini dell'accertamento di queste conoscenze il Corso di studio segue la modalità di accesso definito a livello di intesa di ateneo organizza i test di ingresso in diverse date.

    Il calendario e le informazioni utili all'immatricolazione sono reperibili nel sito della Segreteria Studenti.

    L'esito della prova non preclude comunque la possibilità di immatricolarsi.

    Il Corso di studio delibera, ai sensi del Regolamento didattico, su eventuali obblighi formativi aggiuntivi nel caso di punteggi inferiori a una soglia minima prefissata, sia in generale, sia nei singoli contenuti previsti dal test.

    A questo riguardo nel mese di settembre corsi zero dei vari settori di cui si compongono le esperienze formative di base: Letteratura italiana, latina e greca, Geografia, Storia.

    Gli studenti che si iscriveranno nel mese di settembre, nell'ultima tornata utile, saranno chiamata a recuperare i debiti emersi durante l'anno, su indicazione del Presidente del corso di laurea.

    Allo scopo, a partire dall'anno accademico 2015-16 un Laboratorio di grammatica e sintassi elementare italiana a CFU 0, con l'obbligo di frequenza da parte degli studenti risultati inidonei al test di accesso, ma aperto a tutti coloro che siano desiderosi di migliorare le proprie conoscenze di base.

    Inoltre, per gli immatricolati che vogliano inserire nel piano di studi un esame nei settori di Letteratura latina (L-FIL-LET/04) oppure di Letteratura greca (L-FIL-LET/02), è previsto un preventivo test grammaticale elementare e di comprensione del latino o del greco Il test si svolge nel mese di settembre.

    Se non superato con il punteggio minimo richiesto, il test può essere affrontato nuovamente in dicembre e a maggio.

    Chi invece non abbia studiato latino o greco nelle scuole superiori e chi non abbia superato il test con esito positivo, ha comunque l'opportunità di frequentare il Laboratorio di lingua latina e/o greca.

    Per aggiornamenti sulle iscrizioni, si rimanda sempre al link del sito del Corso di Laurea: https://www-2020.

    letteretriennio.

    lettere.

    uniroma2.

    it/ e al sito delle segreterie studenti che hanno avviato le procedure di iscrizione fin dal 30 aprile 2021 per l'Anno Accademico 21-22 che parte, come di consueto, da settembre, con i corsi zero e dal 1 ottobre con le lezioni: http://segreteria.

    lettere.

    uniroma2.

    it/home/procedure-di-accesso-ai-corsi/iscrizioni-online-lauree-triennali/ Dal prossimo settembre ai corsi zero di lingua italiana, di storia,geografia, si integra un corso zero di storia della letteratura italiana.

  • La prova finale per il conseguimento della laurea consiste nella discussione di un elaborato scritto o comprendente una relazione scritta su un tema concordato con un docente di un insegnamento nel quale abbia sostenuto almeno un esame.

    Il consiglio invita i docenti a collaborare durante il triennio con gli studenti riservando uno spazio del corso ad un lavoro scritto che prepari e 'tenga in allenamento' i ragazzi nelle varie discipline ad una costante ricerca di confronto con le materie studiate nella forma dialettica del saggio breve o di espressioni di brevi ricerche similari.

    Nell'anno della pandemia, con le commissioni di laurea quasi sempre in modalità on line, il lavoro di tesi, sia pur a distanza, non ha variato le caratteristiche essenziali e i docenti si sono mostrati largamente disponibili alle nuove modalità anche per la prova finale.

    Da due anni è stato istituito un corso apposito per la redazione delle tesi di laurea.

Lettere a.a. 2024-2025

Anno 1

Anno 2

Anno 3

Info
Scheda Corso
  • Titolo: Lettere
  • Anno Accademico: 2024/2025
  • Tipo: Corso di Laurea
  • Manifesto: f8d6eb52-5ef9-45a1-949c-b6256e635e90
  • ISCED: 0232
Lettere

Lettere a.a. 2024-2025

Corso di laurea - Accesso libero con prova di verifica obbligatoria delle conoscenze richieste per l'ammissione. L'esito della prova non preclude la possibilità di immatricolarsi- Classe L-10

LINGUA: Italiano

INFORMAZIONI GENERALI

o Classe di Laurea: L-10 (D.M. 270/04)
o Tipologia di corso: Laurea
o Durata: 3 anni
o Tipo di accesso: Accesso libero con verifica delle conoscenze in ingresso
o Area di afferenza: Lettere e Filosofia
o Dipartimento: Studi letterari, filosofici e di storia dell’arte
o Codice corso: H43

DESCRIZIONE E OBIETTIVI FORMATIVI
Il corso fornisce conoscenze nelle discipline linguistiche, letterarie, storiche antiche e moderne, delle scienze del territorio, dell'archeologia, della filosofia e della comunicazione multimediale. Articolato in cinque curriculum, archeologico, lettere classiche e medievali, lettere moderne, storia e geografia, storia dell'arte, ha una modulazione flessibile.
La preparazione di base è garantita dagli insegnamenti comuni a entrambi i curriculum che offrono una buona preparazione istituzionale negli ambiti della linguistica, della letteratura italiana, della storia della lingua italiana, della letteratura latina e della geografia.
Nell'ambito dell'insegnamento di letteratura latina è inclusa l'acquisizione di una conoscenza elementare della lingua latina, che consentirà al laureato un accesso diretto alle fonti. L'obbligo di sostenere un esame da 12 CFU in una delle discipline storiche di base assicura l'acquisizione della metodologia della ricerca storica.
Obiettivi formativi specifici sono correlati ai diversi curriculum, tramite i quali lo studente può optare fra un livello di maggiore approfondimento di una degli ambiti di base indicati, o per una formazione di base finalizzata agli sbocchi professionali previsti dal corso. Lo studente matura un'attitudine alla lettura critica di un documento, sia esso scritto o iconografico, in termini formali e di contenuto, e sviluppa una prima visione chiara e coerente delle diverse modalità (filologica, linguistica, storica, iconografica, etc.) con cui studiare il documento stesso le sue eventuali possibilità di connessione.
Al termine di questo ciclo di studi, lo studente possiede, in termini di nozioni generali e di capacità di ricerca bibliografica, gli strumenti per contestualizzare e approfondire temi e problematiche di àmbito umanistico che gli si presentino per la prima volta. Si tratta di obiettivi favoriti anche da una serie di interventi mirati a consolidare la preparazione scolastica o a supplire a sue eventuali lacune, nell'ambito, soprattutto, dell'italiano e delle lingue classiche, per quest'ultime prevedendo anche uno studio ex novo.

SBOCCHI PROFESSIONALI
Il laureato, per l'ampia formazione e la flessibilità intellettuale acquisita, possiede le competenze di base e metodologiche per procedere ad una specializzazione nell'ambito di una Laurea Magistrale o per l’accesso al mondo del lavoro. La modulazione flessibile degli studi consente di formare personalità con una cultura solida e differenziata, atta ad affrontare ambiti lavorativi di livello intermedio nell'ambito delle istituzioni culturali, dell'editoria, della comunicazione, e nello stesso tempo consente di accedere a tutto l'ampio ventaglio di Lauree magistrali presenti nella macroarea.
Tra gli sbocchi individuabili: editoria e industria culturale, giornalismo, previo superamento delle prove previste per l'accesso al tirocinio e all'esame di iscrizione all'Albo, istituzioni quali archivi, biblioteche, centri culturali, fondazioni e comunque nel settore dei servizi culturali.
In particolare, i curricula "Comunicazione letteraria e multimediale" e "Informatica per le scienze del linguaggio e del testo" forniscono competenze immediatamente utilizzabili per servizi informatici in ambito umanistico e organizzazione di servizi culturali.
Una possibile evoluzione in ambito professionale è nel campo delle pubbliche relazioni.

Condizione occupazionale (indicatori di efficacia e livello di soddisfazione dei laureandi):
http://statistiche.almalaurea.it/universita/statistiche/trasparenza?CODICIONE=0580206201000001

Valutazione della didattica - Studenti
Anno accademico precedente

RIFERIMENTI WEB E CONTATTI
Sito Web: https://www-2020.letteretriennio.lettere.uniroma2.it/

Coordinatore:
prof. Fabio Pierangeli
E-mail: fabio.pierangeli@uniroma2.it


È stato istituito, nell’ambito del Dipartimento di Studi letterari, filosofici e di storia dell’arte, l’Ufficio Orientamento Studenti.

L’ufficio Riceve su appuntamento da concordare scrivendo a:
orientamento.studenti@mondodomani.org

L’ufficio è sito presso la Macroarea di Lettere e Filosofia, Via Columbia 1, Edificio B, piano terzo, studio 45

 

Vai al contenuto